Home News Smacchi solleva la questione Contessa: “Disagi a catena, Anas cosa ha intenzione...

Smacchi solleva la questione Contessa: “Disagi a catena, Anas cosa ha intenzione di fare?”

725
0
La galleria della Contessa

Il consigliere regionale eugubino Andrea Smacchi torna a porre all’attenzione della Giunta Regionale la questione della Strada Statale 452 della Contessa, tornata alla ribalta nei giorni scorsi per infiltrazioni che hanno provocato diverse pozze d’acqua all’interno della galleria in località Valderchia, come già riportato in anteprima da VivoGubbio lo scorso sabato 23 novembre. “Dal 1° ottobre di quest’anno – spiega Smacchi – la statate della Contessa che collega Gubbio con il territorio marchigiano per circa 9,5 Km è tornata in gestione ad Anas. Malgrado negli ultimi anni tale fondamentale direttrice viaria sia stata oggetto di numerosi interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, a causa di problemi di tenuta del manto stradale, di infiltrazione di acqua in galleria, di movimenti franosi, sino all’ultimo intervento strutturale di consolidamento che ha interessato il viadotto, anche quest’anno si stanno verificando gravi problemi per chi percorre tale strada a causa di nuove pesanti infiltrazioni all’interno della galleria che producono, lungo la carreggiata, pericolose pozze d’acqua. Infiltrazioni che stanno compromettendo la stabilità e la sicurezza di una strada, che anche a seguito del blocco dei cantieri sulla Perugia-Ancona a causa della crisi della ditta Astaldi e dei rallentamenti e dei disagi che ne sono conseguiti lungo il tratto Fossato di Vico-Serra San Quirico, ha riportato in gran parte sulla strada della contessa il traffico anche pesante diretto verso le Marche. Per far fronte a questa difficile situazione, anche in considerazione dell’approssimarsi della stagione invernale – conclude la nota – ho presentato un’interrogazione urgente alla Giunta al fine di sapere quali interventi Anas ha intenzione di eseguire per mettere in sicurezza da infiltrazioni e continui allagamenti una galleria e una strada che rappresenta per Gubbio e per l’Umbria una direttrice di fondamentale importanza”.