Home News Rivoluzione in vista: attesi 15 giocatori. Malaccari ai saluti. Nodo cessioni

Rivoluzione in vista: attesi 15 giocatori. Malaccari ai saluti. Nodo cessioni

272
0
Tribuna dello stadio Ricci a Sassuolo durante Roma-Chievo, fase finale del campionato Primavera: da destra Federico Guidi, Giuseppe Pannacci e il vice allenatore Andrea Cupi

Si va verso una rivoluzione. Sulle conferme, infatti, i soli attaccanti De Silvestro e Cattaneo rientrano nei piani, pur se il primo è in scadenza di contratto e l’altro rientra al Novara dopo il prestito (il direttore sportivo Giuseppe Pannacci ne ha già parlato con l’eugubino Moreno Zebi dello staff piemontese). C’è la prospettiva di una quindicina di giocatori nuovi. Il centrocampista Malaccari ha chiesto un sostanzioso aumento per il nuovo contratto e le parti sono per ora lontanissime. Su Malaccari, come su Casiraghi e Davì, ha messo gli occhi l’ex tecnico rossoblù Galderisi che aspetta di ripartire (Feralpisalò, Piacenza o Vis Pesaro le possibili sedi) e ha già contattato i giocatori che ha avuto e il 30 giugno saranno liberi.

QUANTI DUBBI. In dubbio anche il difensore Espeche, altro giocatore in scadenza di contratto, mentre Pannacci lavora alle cessioni del portiere Marchegiani, il difensore Tofanari, il centrocampista Benedetti e l’attaccante Battista. Tra gli under potrebbero rimanere i centrocampisti Ricci e Conti, mentre sono destinati alla cessione in prestito il difensore Schiaroli e l’attaccante Tavernelli. Per i due portieri restano in cima alla lista Mazzini dell’Atalanta (ha giocato con la Carrarese in Serie C girone A) e Zanellati del Torino (di ritorno dopo la stagione da titolare al Rezzato in Serie D).

FINALI PRIMAVERA. Stanno setacciando il mercato, con i primi fitti contratti coi procuratori, il nuovo tecnico Federico Guidi e Pannacci, che venerdì scorso hanno seguito allo stadio Ricci di Sassuolo, presente anche il vice allenatore Andrea Cupi, la partita Roma-Chievo della fase finale del campionato Primavera (il giorno prima Guidi e Cupi hanno visto Torino-Fiorentina). Nel mirino ci sono sette-otto under su una lista foltissima. Guidi intende partire dal 4-3-3 che è il modulo preferito, con le possibili varianti compresa la difesa a tre. Intanto, il presidente Sauro Notari ha ufficializzato che venerdì prossimo, alle ore 20.30 presso la sala stampa del Barbetti, incontrerà quanti amano i colori rossoblù per uno scambio di opinioni, idee e proposte.