Home Cronaca Grandinata colossale: auto ammaccate, alberi divelti e allagamenti

Grandinata colossale: auto ammaccate, alberi divelti e allagamenti

625
0
La zona delle gioste

Prima il solleone a dominare la scena e oggi pomeriggio un brusco repentino cambiamento con l’annunciato arrivo anche a Gubbio di una violenta perturbazione che si è tradotta in una grandinata dall’impatto inaudito. Si ricorda che la Protezione Civile aveva diramato un’allerta meteo di livello giallo per oggi e domani. I nuvoloni sono comparsi fin dalla tarda mattinata, lasciando presagire un evolversi peggiorativo della situazione, finché intorno alle 17.30 si è materializzata la grandinata. Sono caduti in diverse zone dei chicchi che hanno raggiunto i quattro centimetri di diametro. Si sono abbattuti violentemente accompagnati da un rumore a tratti assordante che è durato almeno un quarto d’ora. Particolarmente colpito il territorio eugubino a macchia di leopardo, con alcune zone sottoposte a un martellamento della grandine che si è unita alla pioggia costringendo a fermarsi molti automobilisti che erano alla guida lungo le strade ben presto allagate.

QUANTI DISAGI. Ci sono stati parecchi disagi soprattutto nelle frazioni, con alcuni alberi caduti soprattutto nella zona di Cipolleto, dove alcune piante hanno ceduto di schianto proprio a ridosso della strada, Ponte d’Assi, ad est verso San Marco e Padule, oltre che sulla collina di Monteluiano dove le piante pericolanti hanno destato non poche preoccupazioni. In alcune zone, sia a ridosso del centro storico che nelle campagne eugubine, la violenza del maltempo ha lasciato il segno nei giardini e soprattutto nelle auto colpite con violenza evidenziando profonde e ben visibili ammaccature. In via Bruno Buozzi, alle porte del centro, sono stati parecchi i veicoli colpiti,con i proprietari rimasti sorpresi dai danni riportati a seguito della violenta grandinata. Sono entrati in azione i vigili del fuoco chiamati anche per gli allagamenti, come nel caso dei seminterrati del vecchio edificio ospedaliero di piazza Quaranta Martiri. In molti si sono spaventati per la violenza della pioggia e della grandine, tanto da far ritenere che un episodio del genere non trova molti precedenti.