Home News Regionali, duello Tasso-Fagiani. Lepri presidente di “Scelgo Gubbio”

Regionali, duello Tasso-Fagiani. Lepri presidente di “Scelgo Gubbio”

266
0
Giuseppe Lepri presidente di Scelgo Gubbio

Manovre, riposizionamenti e sgambetti: le candidature di Gubbio per le Regionali del 27 ottobre riaprono i giochi nella maggioranza di Stirati tra le liste civiche Liberi e Democratici (Led) e Scelgo Gubbio, ai ferri corti dopo la ripartizione degli assessorati. Il sindaco ha già lanciato tra i suoi la trentenne Alessia Tasso, vicesindaco con delega all’urbanistica e l’ambiente, ma Scelgo Gubbio punta sul cinquantottenne Tonino Fagiani, neo eletto in consiglio comunale proprio con Led, rinunciando a un proprio esponente. I Socialisti Civici Popolari, terza forza della coalizione, non si sono ancora pronunciati anche se di solito si orientano soprattutto su candidature perugine. Dentro Led la questione è delicata, dalla scottatura alle elezioni del 2015 (Giuseppe Biancarelli eletto con Sel e poi escluso dal ricorso di Carla Casciari del Pd) al timore che il designato faccia un flop. Dentro Scelgo Gubbio ci sono più anime, con esponenti che guardano al centrodestra e sono pronti a sostenere pur senza annunci ufficiali la salviniana Donatella Tesei.

LE CARICHE. Intanto, il movimento civico ha varato il suo consiglio direttivo con l’architetto Giuseppe Lepri presidente, l’ingegnere Matteo Costantini vice, i componenti Giacomo Mancini, Giorgio Mariotti e Francesco Sebastiani, oltre ai consiglieri comunali Mattia Martinelli, Alessio Bazzurri e Marco Morelli, gli assessori Giordano Mancini e Giovanna Uccellani membri di diritto.

Massimo Boccucci

GUBBIO Manovre, riposizionamenti e sgambetti: le candidature per le Regionali del 27 ottobre riaprono i rapporti di forza nella maggioranza di Stirati tra le liste civiche Liberi e Democratici (Led) e Scelgo Gubbio, ai ferri corti dopo la ripartizione degli assessorati con relative deleghe. Il sindaco Filippo Mario Stirati ha già lanciato tra i suoi la trentenne Alessia Tasso, vicesindaco con delega all’urbanistica e l’ambiente, ma Scelgo Gubbio punta su un altro cavallo come il cinquantottenne Tonino Fagiani, neo eletto in consiglio comunale proprio con Led, rinunciando a un proprio esponente. I Socialisti Civici Popolari, terza forza della coalizione, non si sono ancora pronunciati anche se di solito si orientano soprattutto su candidature perugine. Dentro Led la candidatura in Regione è una questione delicata, dalla scottatura all’elezioni precedente del 2015 (Giuseppe Biancarelli eletto con Sel e poi escluso dal ricorso di Carla Casciari del Pd) al timore che il designato faccia un flop. Dentro Scelgo Gubbio ci sono più anime, con esponenti che guardano al centrodestra e sono pronti a sostenere (senza annunci ufficiali) la salviniana Donatella Tesei. Intanto, il movimento civico ha varato il suo consiglio direttivo con l’architetto Giuseppe Lepri presidente, l’ingegnere Matteo Costantini vicepresidente, i componenti Giacomo Mancini, Giorgio Mariotti e Francesco Sebastiani, oltre ai consiglieri comunali Mattia Martinelli, Alessio Bazzurri e Marco Morelli, gli assessori Giordano Mancini e Giovanna Uccellani membri di diritto.