Home Attualità Palio della Balestra, oggi sfida a Sansepolcro. Bicchielli veterano da battere

Palio della Balestra, oggi sfida a Sansepolcro. Bicchielli veterano da battere

87
0
Giampiero Bicchielli ha vinto ancora

Lo temono più di tutto, anche del meteo, perché il settantottenne Giampiero Bicchielli, già maestro d’armi della Società Balestrieri di Gubbio, ha già vinto il Palio della Balestra con Sansepolcro e l’ultimo proprio l’anno scorso in Toscana. La sfida si rinnova oggi pomeriggio, come tradizione la seconda domenica di settembre in piazza Torre di Berta dove tutto è pronto per contendersi l’artistico drappo. Gubbio si presenta con 45 balestrieri, mentre saranno una sessantina quelli biturgensi. Il record dei partecipanti a Sansepolcro risale al 2016 quando furono 105. I balestieri eugubini puntano a vincere ancora, dopo l’exploit del veterano Bicchielli nel 2018 e quello l’ultima domenica dello scorso mese di maggio del ventunenne Vittorio Baciotti, nipote e figlio d’arte vincente all’esordio.

QUANTA TRADIZIONE. Il Palio tra le due città, in onore dei rispettivi patroni Sant’Ubaldo e Sant’Egidio fondatore di Sansepolcro, si disputa ininterrottamente dal 1400, come testimoniato dai documenti, nel segno della balestra antica all’italiana riproponendo quel tipo di gare che, sin dal Medioevo, vedevano come premio una pezza di panno pregiato. Si cerca il bersaglio, detto corniolo o tasso, con una freccia scagliata da una distanza di 36 metri. Fa da cornice al Palio il corteo storico con centinaia di figuranti che vestono costumi medioevali nel caso di Gubbio e rinascimentali per Sansepolcro, questi ultimi ispirati agli affreschi del biturgense Piero della Francesca.