Home Cultura Festival del Medioevo al femminile. Incontri e iniziative

Festival del Medioevo al femminile. Incontri e iniziative

29
0
Il Festival del Medioevo al centro servizi Santo Spirito

Il Medioevo e le donne, i cavalier, l’arme e gli amori. Specialmente le donne, scelte come tema dominante della quinta edizione del Festival del Medioevo in corso, da mercoledì scorso fino a domenica, al centro servizi Santo Spirito a Gubbio. E’ tornata la rassegna tra convegni, tavole rotonde, spettacoli, mostre d’arte e fiere del libro che fanno di Gubbio la capitale internazionale del Medioevo, con medievisti delle maggiori università italiane. E’ allestita al primo piano del centro la fiera del libro medievale con i titoli più recenti ma anche le rarità e l’editoria scientifica sul tema. “Questo festival è nato a Gubbio e dovrà rimanere a Gubbio – dice il sindaco Filippo Mario Stirati -, la città con le sue pietre è il luogo perfetto dove il progetto trova la sua materializzazione”.

Il direttore del festival, Federico Fioravanti, punta anche sul coinvolgimento di altre realtà umbre programmando visite guidate a Montone, Gualdo Tadino, Giomici, Scheggia e Pascelupo. “Gubbio resta l’approdo finale – spiega Fioravanti – anche se le difficoltà negli anni non sono mancate, soprattutto a livello economico. L’Umbria deve sostenere questa iniziativa”. Il programma prevede approfondimenti tematici: oggi Tolkien session e Bambin Gesù delle mani: il Pintoricchio ritrovato; domani il Medioevo fra noi; Matilde, una donna del Mille (domenica). Tra le lezioni d’arte, i focus tra cui oggi il Pinturicchio e le Stanze Vaticane. Nel tardo pomeriggio al palazzo dei Consoli inaugurazione dell’esposizione di una straordinaria ed enigmatica opera del Pinturicchio, rimasta ignota per quasi cinquecento anni (il Bambin Gesù delle Mani). C’è inoltre uno spazio per bambini con giochi, letture, animazioni, laboratori d’arte e corsi di disegno.