Home News Nessun eugubino a Palazzo Cesaroni: ecco il nuovo Consiglio Regionale

Nessun eugubino a Palazzo Cesaroni: ecco il nuovo Consiglio Regionale

620
0
La neo governatrice della Regione Umbria Donatella Tesei e il neo vice presidente Marco Squarta

ELa vittoria di Donatella Tesei e della coalizione di centrodestra rappresenta un unicum nella storia della Regione Umbria da quando (era il 1970) si andò votare per la prima volta per eleggere l’assemblea legislativa regionale. Al termine dello scrutinio (1.005 sezioni su 1.005) la Tesei ha raccolto il 57,55% delle preferenze mentre Vincenzo Bianconi il 37,48%. Restano fuori da Palazzo Cesaroni tutti gli altri candidati alla presidenza, compreso Claudio Ricci che non arriva alla soglia del 3%. Le schede nulle sono state 8.248, le bianche 3.577 e quelle contestate 16. Questa la ripartizione dei partiti: Lega 36,95%, Fratelli d’Italia 10,40%, Forza Italia 5,50%, Tesei Presidente 3,93%; Pd 22,33%, M5S 7,41%, Bianconi per l’Umbria 4,03%.

IL NUOVO CONSIGLIO. La composizione del nuovo consiglio regionale vedrà a maggioranza a sostegno di Tesei ottenere 8 consiglieri della Lega. Il più votato è Valerio Mancini (6.616) seguito da Stefano Pastorelli (5.905) e dell’assessore alla scuole del Comune di Terni Valeria Alessandrini (4.939). Stacca un biglietto per Palazzo Cesaroni anche la giovane tuderte Francesca Peppucci (4.876) seguita da Paola Fioroni (4.772), dal sindaco di Attigliano (ma nato a Gubbio) Daniele Nicchi (4.106), dall’avvocato ternano Daniele Carissimi (3.715) e da Eugenio Rondini (3.662). Per i Fratelli d’Italia entrano Marco Squarta (6.092, che salvo sorprese sarà vicepresidente della giunta regionale) e la narnese Eleonora Pace (3.908). Forza Italia piazza una pedina, ossia Roberto Morroni (2.298). Un consigliere anche per la lista civica Tesei Presidente: Paola Agabiti Urbani ce la fa con 3.104 preferenze. Oltre allo sfidante Vincenzo Bianconi, l’opposizione sarà composta da 7 consiglieri. Entrano per il Partito Democratico Tommaso Bori (6.457), Simona Meloni (4.098), il ternano e presidente uscente della giunta regionale Fabio Paparelli (3.847), Donatella Porzi (3.773) e Michele Bettarelli (3.539). Vince la sfida dentro al Movimento 5 Stelle il ternano Thomas De Luca (2.526) e ce la fa anche Andrea Fora (2.120) eletto nella lista civica Bianconi per l’Umbria.

EUGUBINI. Proprio l’exploit finale di Andrea Fora impedisce a Gubbio di mettere la propria bandierina sulla mappa del Consiglio Regionale: a Leonardo Nafissi, candidato nella lista civica Bianconi per l’Umbria e sostenuto dalle forze di maggioranza dell’amministrazione Stirati, non sono bastate 1.843 preferenze per ottenere uno scranno. Nafissi è di gran lunga l’eugubino più votato: Vittorio Fiorucci (Tesei Presidente), al debutto assoluto in una competizione elettorale, ha raccolto ben 756 preferenze, Francesco Gagliardi (Umbria Civica) ha toccato quota 456 voti, Cecilia Passeri (Fratelli d’Italia) 401, Pasquale Di Bacco (Ricci Presidente) 136, Ernesta Cambiotti (Umbria Civica) 132, Fabio Sebastiani (PCI) 69, Mattia Sebastiani (PCI) 28, Fabio Vergari (PCI) 4, mentre Martina Carletti, candidata presidente della lista Riconquistare l’Italia, ha ottenuto 910 preferenze, pari allo 0,21%.