Home News Con Torrente si vola: due vittorie di fila. Il Modena prima fa...

Con Torrente si vola: due vittorie di fila. Il Modena prima fa paura, poi crolla su rigore

139
0
L'episodio del rigore: Gagna esce malamente su Gomez. Foto As Gubbio 1910

Gubbio (3-4-2-1): Ravaglia 7; Cinaglia 6, Konate 7, Bacchetti 6; Munoz 6, Lakti 6, Malaccari 6 (42′ st Bangu ng), Zanoni 5.5 (20′ st Filippini 6); Manconi 5.5 (20′ st Tavernelli 6), Sbaffo 6; Sorrentino 5 (14′ st Gomez 6.5). A disp.: Zanellati, Maini, Conti, Battista, Meli. All.: Torrente 6,5.

Modena (3-4-2-1): Gagno 5; Ingegneri 6, Zaro 6, Stefanelli 5.5; Bearzotti 6, Davì 6, Pezzella 7 (31′ st Boscolo Papo 6), Varutti 6.5 (38′ st Duca ng); Tulissi 6.5, De Grazia 6.5 (31′ st Laurenti 6); Rossetti 6 (20′ st Sodinha 5). A disp.: Pacini, Narciso, Cargnelutti, Politti, Rabiu, Mattioli, Ferrario, Spaviero. All.: Zironelli 5.

Arbitro: Scatena di Avezzano 7

Rete: 34′ st Sbaffo su rigore.

Note: spettatori paganti 583 con 191 tifosi del Modena, abbonati 498, per un incasso globale di 7.063,11 euro. Ammoniti: De Grazia, Rossetti, Pezzella, Malaccari, Ravaglia, Laurenti. Angoli: 6-5 per il Gubbio. Recupero: 2′-5′.

GUBBIO Con Torrente è un altro Gubbio e un’altra storia. Dopo la prima vittoria in campionato, a Pesaro, ecco il primo successo al Barbetti che mancava dal 5 maggio. Vittima il Modena, confermando peraltro la tradizione favorevole con gli emiliani già battuti nei due precedenti in casa, nel pomeriggio da tregenda per la pioggia a tratti violenta con la partita sospesa al 23′ pt per 4 minuti. I rossoblù rischiano grosso nel primo tempo con tre legni presi dagli emiliani con De Grazia (due in un tiro solo) e Tulissi. Gomez entra dopo un’ora e spacca la partita quando s’infila in area e il portiere Gagno in goffa uscita lo mette giù con il rigore netto che Sbaffo trasforma lucidamente. “Sono soddisfatto del risultato e della nostra crescita – dice Torrente -, siamo stati bravi a soffrire tenendo botta e facendo un po’ meglio nella ripresa. Non abbiamo mai mollato. Complimenti al Modena che è una squadra forte e gioca un buon calcio. I problemi ci sono e bisogna continuare a lavorare, però questa vittoria ci permette di portare avanti il lavoro con più tranquillità. Girone difficile, basta guardare i risultati. Partite tutte complicate. Abbiamo anche assenze importanti. Sta crescendo Gomez, la qualità e l’esperienza si sono viste prendendo un rigore netto. I ragazzi meritano, hanno vissuto mesi difficili e ora stanno ottenendo i risultati”.

La prima parte è tutta modenese col dominio delle operazioni e nei tentativi verso la porta di Ravaglia, compreso un gol annullato al 34′ quando De Grazia tira da fuori che prende il doppio palo, con la palla che danza sulla linea di porta, per l’irruzione di Rossetti nell’area intasata che mette dentro fermato dal guardalinee. Prima del riposo il tentativo di Tulissi che dal limite col sinistro trova Ravaglia alla deviazione con l’aiuto della traversa. De Grazia è pericoloso anche in avvio di ripresa, ma il Gubbio rischia di meno e combatte creando un’occasione al quarto d’ora con Zanoni che manda fuori sull’assist di Manconi innescato da Sbaffo. Ravaglia è sempre reattivo (bravo su Pezzella dal limite al 20′), mentre Munoz al 23′ e Sbaffo al 28′ impegnano Gagno. La differenza la fa Torrente che azzecca i cambi e di contro Zironelli che toglie i migliori (alla fine è stato confermato anche se nel mirino dei tifosi). Preludio al rigore è la giocata di Tavernelli che scambia con Munoz sulla fascia destra: lo spagnolo entra in area e calcia forte trovando il portiere alla deviazione in angolo. Nel finale l’assalto del Modena, con punizione di Sodinha a lato e il Gubbio che si protegge.