Home News Due gol del Cesena. Notari tuona: “Arbitro vergognoso”. Torrente: “Mai visto una...

Due gol del Cesena. Notari tuona: “Arbitro vergognoso”. Torrente: “Mai visto una cosa del genere”

255
0
Il tecnico Vincenzo Torrente

Gubbio (3-4-2-1): Ravaglia 6.5; Konate 6, Coda 6.5, Bacchetti 5.5; Cinaglia 6 (21′ st Sorrentino 6). Meli 6 (1′ st Tavernelli 6). Malaccari 6. Zanoni 6; Cesaretti 5, Sbaffo 6; Gomez 5 (40′ pt Manconi 6,5). A disp.: Zanellati, Maini, Conti, Ricci, Bangu, Filippini, Benedetti. All.: Torrente.

Cesena (3-4-2-1): Marson 6.5; Ciofi 6, Maddaloni 6.5, Brunetti 6,5 (17′ st Brignani 6,5); Capellini 5,5 (36′ pt Franchini 6), Rosaia 6, De Feudis 6, Valeri 6 (26′ st Giraudo 5.5); Zerbin 5.5 (26′ st Russini 6), Zecca 5 (26′ st Sarao 5); Butic 6.5. A disp.: Agliardi, Valencia, Cortesi, Borello, Stefanelli. All.: Modesto.

Arbitro: Nicolini di Brescia 4.

Reti: 4′ pt Butic su rigore, 45′ st Russini.

Note: spettatori 1.382. Espulsi: Cesaretti (24′ pt) per doppia ammonizione e Malaccari (47′ st) per gioco falloso. Ammoniti: Konate, Meli, Capellini, Bacchetti, Tavernelli, Sbaffo, De Feudis, Cinaglia, Torrente, Coda, Sarao. Angoli: 5-5. Recupero: 3′ pt, 5′ st.

Ha piovuto sul bagnato, in una partita nata male (ritardo di 7 minuti per un problema alla porta sotto la curva rossoblù) per il Gubbio condannato contro il Cesena dagli episodi chiave tra un rigore reclamato poco prima di subire quello decisivo e per quasi un’ora con l’uomo in meno per il doppio giallo a Cesaretti, fino a chiudere in nove quando nel finale Malaccari ha fermato Sarao. Sotto tiro è finito l’arbitro Nicolini, al primo anno in Lega Pro e contestatissimo dai rossoblù in campo e fuori tra la raffica di cartellini (14 in tutto, compreso Torrente). Alla fine si sono sentite dalla palazzina del Barbetti le grida con parole pesanti rivolte all’arbitro dal presidente Notari (“Si deve vergognare, è uno scandalo”), mentre i romagnoli facevano festa davanti ai 500 tifosi al seguito per la ritrovata vittoria che mancava da 7 giornate e in trasferta dall’8 settembre.

Per il Gubbio è arrivata la seconda sconfitta consecutiva con tre espulsi in tutto. Le conseguenze, al di là della classifica, sono devastanti perché a Ravenna, domenica prossima, mancheranno gli espulsi Cesaretti e Malaccari, oltre a Konate e Bacchetti ammoniti sotto diffida, dovendo poi verificare le condizioni di Gomez uscito per un problema muacolare. E’ stata una battaglia che ha avuto subito la svolta perché Cesaretti ha reclamato invano nella rotta di collisione in area con Maddaloni, e sul contrattacco Bacchetti ha strattonato Butic col rigore trasformato dallo stesso attaccante croato. Si è preso il secondo giallo Cesaretti (per simulazione) finendo a terra al limite dell’area, mentre è andata di lusso a Capellini che dopo la mezz’ora l’ha scampata graziato da Nicolini inducendo Modesto a sostituirlo.

Il Gubbio ha attaccato molto nella ripresa sfiorando subito il pareggio con Sbaffo (palla a lato), Sorrentino al 27′ (esterno della rete) e Manconi al 33′ (prodigioso Marson). Nel finale su Sarao ha salvato Malaccari e Russini ha raddoppiato in contropiede davanti la porta. “Arbitro contro Gubbio 2-0 – ha tuonato Torrente -, sono nel calcio da tanto ma una cosa così non l’avevo mai vista”.