Home News La prima volta tra Gubbio e Cesena (oggi, ore 17.30). Incognita maltempo

La prima volta tra Gubbio e Cesena (oggi, ore 17.30). Incognita maltempo

123
0
Il tecnico Vincenzo Torrente

Una partita da vincere, a tutti i costi, quella col Cesena atteso oggi al Barbetti (ore 17.30) nel primo confronto in campionato tra le due squadre. L’impone la classifica del Gubbio che vuole fare passi avanti e scavalcare i romagnoli, con tanti giovani (in campo sempre sei-sette under) e al seguito circa cinquecento tifosi. Per l’assenza di Lakti, convocato dalla nazionale albanese Under 20, Torrente stavolta ha chiesto e ottenuto dal presidente Notari il placet per non schierare tre sottoquota rinunciando così ai contributi federali della gara. Era già accaduto a Rimini con Guidi (finì 1-1). Potrebbero giocare soltanto due under, il portiere Ravaglia e l’esterno sinistro Zanoni nel 3-4-2-1 che il tecnico di Cetara è orientato a confermare.

“E’ una situazione che abbiamo ereditato – spiega Torrente -, cercheremo di accontentare il presidente ma vengono innanzitutto gli equilibri. Abbiamo qualche difficoltà con i giovani perché Ricci e Meli vengono da problemi fisici. Stiamo crescendo e si vede lo spirito giusto, come dimostrato anche a Piacenza dove ce la siamo giocata. Ora affrontiamo un Cesena che non merita quella classifica e ha un gioco propositivo con giovani davvero interessanti”.

E’ pronto per l’esordio, nel pacchetto con Konate e Bacchetti, il centrale difensivo Coda che è rimasto in panchina a Piacenza, nella sconfitta che ha frenato la rimonta nel girone dopo due vittorie consecutive e un pareggio. In attacco si prospetta l’utilizzo di Gomez e Cesaretti insieme a Sbaffo. Sono indisponibili per infortunio i vari De Silvestro, El Hilali, Munoz, Battista e Cenciarelli. Il maltempo è un’incognita dopo la fitta pioggia a intermittenza. Ieri mattina la rifinitura era inizialmente prevista all’impianto di Fontanelle, poi Torrente con la tregua meteo ha preferito restare all’antistadio. Il Cesena, che si porta dietro dubbi di formazione, non vince da sette giornate, è reduce da tre pareggi di fila e solo in tre occasioni non ha preso gol proprio come il Gubbio.

Arbitra Stefano Nicolini di Brescia (guardalinee Cerilli e Pressato di Latina).