Home News Assalto all’Arzignano per ritrovare il “Barbetti”. Cinaglia e Sbaffo fuori. Dubickas subito...

Assalto all’Arzignano per ritrovare il “Barbetti”. Cinaglia e Sbaffo fuori. Dubickas subito titolare

154
0
L'attaccante lituano Dubickas

La sorpresa è l’esclusione tra i convocati, per la sfida-salvezza oggi contro l’Arzignano al Barbetti (ore 15), del difensore Davide Cinaglia che avrebbe giocato. Il Gubbio teme che debba scontare un’altra squalifica sebbene, come da regolamento, debba saltare soltanto quel che resta da giocare il prossimo 29 gennaio della partita sospesa a Verona al 78′ per l’infortunio dell’arbitro.

Un colloquio telefonico del presidente Sauro Notari con il presidente della Lega Pro, l’eugubino Francesco Ghirelli, ha indotto il club rossoblù a prendere la decisione di rinunciare a Cinaglia, che ha avuto una giornata di squalifica e non due, nel timore di un ricorso che comunque verrebbe respinto.

Esclusi anche Sbaffo, Battista e Bangu ma per scelta tecnica (rientra Meli ritirato dal mercato). “Voglio gente che lotti per questa maglia. Sappiamo di dover fare risultato e spero di rivedere lo spirito di Verona”, ha spiegato il tecnico di Cetara. Torrente vorrebbe dare un seguito a Verona, ovvero ripartire dal gol di Gomez che stava facendo la differenza contro la Virtusvecomp. “Non pensiamoci più, ne riparlermo il 29 gennaio quando dovremo completare la gara. Ora conta solo l’Arzignano”, ha aggiunto l’allenatore, che è pronto a giocarsi subito anche la seconda carta lituana chiamando in causa l’attaccante Dubickas, arrivato venerdì scorso, dopo il centrocampista Megelaitis che ha esordito domenica scorsa.

L’obiettivo è ritrovare la vittoria in casa che manca dal 3 novembre scorso col Modena. Si volta pagina senza Cesaretti e Manconi che se ne sono andati come Sorrentino, così per l’attacco c’è da fare di necessità virtù aspettando un paio di elementi (un esperto e un under). Torrente conferma il 3-5-2 con la novità Dubickas accanto a Gomez. Contro l’Arzignano è la prima volta in Umbria e il tecnico confida di trarre ancora il meglio da gennaio che è un buon mese per lui (12 vittorie, 5 pareggi e altrettante sconfitte). Si affrontano due squadre che faticano a segnare, visti i 15 gol del Gubbio e i 13 dei veneti che vengono da 2 ko e 5 gare senza successi ma in trasferta sono pericolosi (3 vittorie, 2 pareggi e 4 sconfitte).

L’arbitro è Matteo Centi di Viterbo, al primo anno in Lega Pro e 6 gare dirette fin qui con un cartellino rosso, 26 gialli e 3 rigori concessi. Ha diretto i rossoblù in Coppa Italia contro il Fano (6-0) il 4 agosto (guardalinee Toce di Firenze e Rondino di Piacenza).