Home News La squadra ideale: il Gubbio fa votare i tifosi sui social. Cacciatori...

La squadra ideale: il Gubbio fa votare i tifosi sui social. Cacciatori e Bartolucci primi eletti

262
0
L'ex portiere rossoblù Massimo Cacciatori

Giocano i campioni che hanno fatto la storia rossoblù. Ci ha pensato il club ad aprire le porte del “Barbetti” lasciando ai tifosi la scelta dei migliori giocatori di sempre. Sui social è partita la sfida per il Top 11 ideale, la formazione di tutti i tempi ruolo per ruolo rinviando la scelta del modulo in base all’allenatore che all’ultimo verrà deciso con un messaggio su Facebook o su Instagram con la prevedibile lotta tra Giampaolo Landi, che riportò la squadra nei professionisti dopo quarant’anni nel 1987 col mitico spareggio al Curi contro il Poggibonsi davanti a ventiduemila spettatori, e Vincenzo Torrente tornato a distanza di dieci anni dalla doppia storica promozione dalla C2 alla Serie B.

La formula, studiata dal responsabile della comunicazione Massimiliano Francioni, è semplice: 24 ore per votare giorno dopo giorno i giocatori di ciascun ruolo fino ad arrivare al tecnico. I secondi classificati costituiranno la panchina. Fino a stasera alle ore 18 si può scegliere il terzino sinistro, dopo che sono arrivate le prime due nomination vincenti: il portiere Massimo Cacciatori (69 anni tra un mese) e il terzino destro Giovanni Bartolucci (classe 1984).

Cacciatori è legato al ritorno in Serie C dell’87. Era arrivato nella stagione precedente con Massimo Roscini in panchina quando il Gubbio sfiorò la C2 persa agli spareggi con il Pesaro del compianto Walter Nicoletti (promosso) e il Riccione di un certo Alberto Zaccheroni. Per il portierone, che aveva conosciuto i fasti della Serie A con Sampdoria e Lazio, furono quattro stagioni bellissime da protagonista e capitano con 76 presenze chiudendo nel migliore dei modi una brillante carriera e restando nel cuore dei tifosi che ancora oggi lo considerano un idolo. Ha fatto in seguito l’allenatore fino a entrare nello staff dei docenti di tecnica del portiere alla scuola allenatori federale di Coverciano. Ha preceduto, nella classifica in cui undici portieri hanno riportato voti, Eugenio Lamanna (titolare nelle due promozioni con Torrente) e Giovanni Vecchini. Citati anche Guido Masetti (portò il Gubbio in Serie B nel 1947 come allenatore-portiere dopo aver vinto lo scudetto con la Roma nel ’42) e Antonio Donnarumma, presente nel 2011-2012 in B e ora al Milan con il fratello Gianluigi. Al sondaggio ha partecipato anche Gabriele Marchegiani, titolare la stagione scorsa.

Il difensore Bartolucci arrivò nell’estate 2010 dal Lecco coi rossoblù appena promossi in C1. Per Torrente diventa un punto fermo, ricordando anche l’unico gol in 110 presenze il 27 febbraio 2011 contro il Como proprio nel giorno del suo compleanno. E’ rimasto fino al 2014. Ha preceduto Antonio Rizzo e Italo Franceschini.