Home News Pasquato “alla Del Piero”, ma stavolta non basta: la Feralpi acciuffa il...

Pasquato “alla Del Piero”, ma stavolta non basta: la Feralpi acciuffa il pari nel finale

258
0
Pasquato in azione (Foto Facebook Feralpisalò)

GUBBIO – FERALPISALÒ 1-1
GUBBIO (4-3-1-2): Cucchietti 6,5; Munoz 6, Uggè 6, Signorini 6, Ferrini 6; Oukhadda 6 (37’ st Sdaigui 6), Megelaitis 6,5, Malaccari 6; Pasquato 7 (37’ st Pellegrini 6); Gomez 6 (30’ st Cinaglia 5,5), De Silvestro 5,5 (18’ st Gerardi 5). A disp.: Zamarion, Montanari, Sorbelli, Lovisa, Gaia. All.: Torrente 6.
FERALPISALÒ (4-3-3): De Lucia 6,5; Bergonzi 6, Giani 6,5, Legati 7, Brogni 6 (24’ st Petrucci 6); Guidetti 5,5 (25’ st Rizzo 6), Carraro 6, Scarsella 6; Gavioli 5,5 (15’ st Miracoli 6,5); Ceccarelli 5,5 (12’ st D’Orazio 6,5), De Cenco 6. A disp.: Liverani, Mezzoni, Bacchetti, Vitturini, Messali, Pinardi. All.: Pavanel 6.
ARBITRO: Ricci di Firenze 6.
Guardalinee: D’Elia e Niedda.
Quarto uomo: Centi.
MARCATORI: 28’ pt Pasquato (G), 39’ st Legati (F).
AMMONITI: Legati (F), Guidetti (F). 
NOTE: gara disputata a porte chiuse. Angoli: 6-2 per la Feralpisalò. Recupero: 0’ pt, 3’ st.

GUBBIO – Un eurogol di Pasquato illude il Gubbio, che pure deve accontentarsi di un pari al cospetto di una signora squadra come la Feralpisalò. È comunque un altro punto pesante che conferma un trend positivo che ha visto gli eugubini incamerare 9 punti nelle ultime 5 partite. C’è di che rammaricarsi per il gol subito a 6’ dalla fine, con una disattenzione grave sugli sviluppi di un calcio d’angolo che ha impedito all’undici di Torrente di mandare a referto la seconda vittoria casalinga consecutiva dopo quella infrasettimanale con la Triestina. Cabala alla mano, verrebbe da dire che il Gubbio sa vincere solo di mercoledì: è accaduto a Ravenna e appunto quattro giorni fa contro la formazione alabardata, mentre per ora la domenica (o il fine settimana in genere) non sembra essere offrire un’adeguata dote di punti.

PASQUATO ALLA DEL PIERO. Un solo cambio di formazione rispetto alla vittoria sfida di mercoledì scorso: De Silvestro gioca al posto di Gerardi al fianco di Gomez. Torrente si fida quasi esclusivamente dei soliti pretoriani e per quel che si vede nella prima metà di partita c’è poco da eccepire. Gubbio bello pimpante in avvio, con Pasquato pericoloso al 7’ (palla a lato di un niente) e De Silvestro che un minuto dopo va a sua volta a un passo dal bersaglio grosso. Prove generali del gol, che arriva al 28’: lo inventa Pasquato con una parabola alla Del Piero, rientrando sul destro dopo aver dribblato un avversario e infilando la sfera sul palo lontano, lasciandosi poi andare quasi incredulo a un’esultanza stupita sotto la palazzina. Pasquato che 2’ dopo potrebbe concedere il bis, con De Lucia reattivo di piede. La Feralpi, in bambola fino a quel momento, si desta nel finale di tempo: Ceccarelli chiama Cucchietti a una prima risposta in uscita, quindi De Cenco da due passi ha la palla per l’1-1 ma il portiere rossoblù si salva d’istinto di piede. Nella ripresa i gardesani aumentano considerevolmente la pressione, anche se in avvio è Gomez a chiamare De Lucia alla risposta in corner. Poi ci provano Brogni, D’Orazio e ancora Ceccarelli, ma il fortino eugubino resiste. Torrente passa alla difesa a cinque inserendo Cinaglia al posto di Gomez, ma così facendo concede troppo campo a una Feralpi ferita e arrabbiata che al 39’ trova con Legati il gol del pari, sfruttando un flipper sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina. È l’ultima emozione: qualche giorno per tirare il fiato, poi la difficile trasferta di Matelica per inaugurare un rush finale di 2020 bello intenso.I