Home Attualità Dopo l’ecodistretto, fissata un’altra riunione della commissione speciale ambiente

Dopo l’ecodistretto, fissata un’altra riunione della commissione speciale ambiente

602
0
Rodolfo Rughi, presidente della Commissione speciale ambiente del Comune di Gubbio

Una task force sull’ambiente come a Gubbio non c’è probabilmente in nessun’altra parte d’Italia e forse d’Europa, come se la città non avesse altri problemi di fronte alla dilagante crisi economico-produttiva che sta producendo la fuga dei giovani e situazioni crescenti di disagio ed estrema difficoltà. Ci sono riunioni periodiche. Dopo l’ecodistretto, si apprende della convocazione della Commissione speciale sull’ambiente messa in piedi dal Consiglio Comunale su richiesta del Movimento 5 Stelle, che ovviamente può partecipare come gli altri partiti e rappresentanti istituzionali anche alle attività dell’ecodistretto.

La seduta di questa commissione è stata convocata il 19 febbraio, alle ore 17 in collegamento web, per l’audizione di Arpa Umbria (già intervenuta ai lavori dell’ecodisretto.

L’incontro prevede – fa sapere il presidente Rodolfo Rughi del Movimento 5 Stelle – una serie di interventi, ognuno di 5 minuti, così da rientrare nelle due ore. Gli interventi sono riferiti alla esclusiva presentazione di dati del territorio comunale di Gubbio. Si parlerà di qualità dell’aria e legame con le principali sorgenti emissive; sistemi di monitoraggio in continuo sulle emissioni dei forni Barbetti e Colacem; controlli aziende Autorizzazione integrata ambientale di Barbetti, Colacem, discarica di Colognola, Castiglione Aldobrando; rilievi fonometrici con focus su rumore stradale e di miniera; campi elettromagnetici Srb-antenne radio-tv-elettrodotti; qualità acque superficiali e sotterranee con focus su zona vulnerabile da nitrati; monitoraggio quantitativo delle acque sotterranee; inquinamento da solventi clorurati nelle acque sotterranee; controlli sulla depurazione civile; radioattività nelle acque reflue; procedimenti di bonifica; ciclo gestione rifiuti. Il presidente Rughi si riserva di prevedere una seconda seduta della commissione, eventualmente per la settimana successiva, per approfondimenti su argomenti specifici. La convocazione è estesa a tutti i consigleiri comunali e agli assessori.