Home Varie Renzo Amanzio Regni scrive all’Anas: “Un chilometro al mese è un record...

Renzo Amanzio Regni scrive all’Anas: “Un chilometro al mese è un record irraggiungibile, anche nel terzo mondo”

1721
0
Il dottor Renzo Amanzio Regni

Lo scandalo dei lavori senza fine lungo la strada statale Pian d’Assino, destino comune a tante strade gestite da Anas continuamente nella bufera perché considerato un carrozzone pubblico senza eguali al mondo, ha indotto il dottor Renzio Amanzio Regni a scrivere allo stesso organismo controllato dalla politica. “Da utente che sovente è costretto a percorrere la tratta Mocaiana-Branca – scrive Regni – lamento l’assoluto disservizio venutosi a creare in seguito ai lavori su tale bretella che si protraggono ormai da mesi. Penso che il risultato, a oggi, di un chilometro al mese, rappresenti un record difficilmente raggiungibile, anche nel terzo mondo. Probabilmente quando sarete arrivati a Torre dei Calzolari, bisognerà intervenire nuovamente perché il tratto di Mocaiana sarà ormai obsoleto. Purtroppo è la conferma di come questo Paese è organizzato. Certo che appprezzerete lo sfogo, ormai inevitabile”.

La risposta di Anas è un inno alla burocrazia con sistema praticamente da risposta automatica: “In merito alla Sua pratica con numero 814770, le comunichiamo che per avere informazioni sull’ultimazione dei lavori può collegarsi al sito internet www.stradeanas.it Le Strade Lavori in corso, cliccando direttamente la Regione di Suo interesse dalla cartina d’Italia. https://www.stradeanas.it/it/le-strade/lavori-corso. Per conoscere i cantieri per la manutenzione ordinaria che incidono sulla percorribilità delle strade può collegarsi al sito www.stradeanas.it al link Info Viabilità VAI: Traffico in Tempo Reale. Per sistemi Apple e Android è inoltre disponibile l’APP Vai, scaricabile sempre dal sito: www.stradeanas.it al link Info Viabilità Le App, tramite la quale visualizzare in maniera semplice tutti gli interventi georeferenziati sul territorio nazionale oltre a tantissime altre utili funzionalità, come quella di ricevere notifiche per una o più tratte selezionate”.

Le proteste si moltiplicano tra i disagi infiniti per il protrarsi dei lavori con l’Amministrazione Comunale silente che continua a far leva sulla cordialità dei rapporti istituzionali di facciata senza alcun risultato concreto nonostante gli evidenti disagi.