Home Varie Gubbio, c’è la Virtus Entella nel mirino: super Ghidotti a caccia di...

Gubbio, c’è la Virtus Entella nel mirino: super Ghidotti a caccia di record. Torna Bulevardi

294
0
Il presidente Sauro Notari con il direttore generale Giuseppe Pannacci e il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli (foto As Gubbio)

L’eroico Vincenzo Torrente (“Misterone” come lo chiamano nel cerchio magico quando le cose vanno bene) ha messo nel mirino la Virtus Entella attesa sabato prossimo, 18 settembre, al “Barbetti” (ore 17.30) per un’altra sfida d’alto livello contro una retrocessa dalla Serie B che punta a tornarci subito. Il presidente Sauro Notari ha esternato tutta la soddisfazione per lo 0-0 a Reggio Emilia e con le dichiarate ambizioni di promozione si aspetta una riprova nel confronto con i liguri chiamando a raccolta i tifosi. Si misurerà proprio sabato la risposta dell’ambiente rossoblù alla partenza a razzo del Gubbio, capace di mettere assieme 5 punti in 3 partite con 2 trasferte insidiose. E’ attesa una crescita del pubblico dopo le circa 800 presenze di tifosi rossoblù contro la Fermana.

GHIDOTTI SI SUPERA. C’è curiosità per la squadra che cresce e per il giovane portiere Simone Ghidotti, che sotto la guida del preparatore Giovanni Pascolini, ha già bruciato le tappe. Dopo le due stagioni con la maglia della Pergolettese, lasciandosi alle spalle la scuola Fiorentina, nelle prime tre giornate ha mantenuto la porta inviolata ed è la prima volta per il bresciano classe 2000.

STELLA BULEVARDI. Torrente si carica e vede aumentare l’autostima nel gruppo, tanto più che è atteso al rientro dalla squalifica l’eclettico centrocampista Danilo Bulevardi dopo la squalifica e soprattutto dopo la prodezza che ha piegato la Fermana. Il ventiseienne siciliano vuole ripagare in pieno la fiducia della società dopo aver sottoscritto un contratto triennale a 70mila euro netti a stagione. Si tratta del terzo ingaggio più alto della rosa a disposizione di Torrente dopo Migliorini (biennale a 80mila l’anno e adeguamento automatico a 135mila in caso di promozione) e Sarao (biennale a 75mila l’anno).

ULTIME DAL GIRONE B. La Carrarese, dopo il pesante ko a Siena per 3-0, ha risolto consensualmente il contratto con il direttore sportivo Vincenzo Minguzzi: al suo posto c’è il carrarese Nelso Ricci che ha firmato fino al 2023, trascorsi anche a Livorno e Siena. A proposito di Siena, Andrea Mussi è il nuovo responsabile scouting. L’ex giocatore di Fiorentina, Empoli, Ravenna, Ancona e Reggiana ha lavorato come direttore sportivo con Pavia, Albissola e Carpi, oltre a fare il capo degli osservatori alla Pro Vercell.

GRANDE GIAMMARIOLI”. L’ex rossoblù Elio De Silvestro intervistato da TuttoC.com ha parlato della sua esperienza a Grosseto: “Mi sto trovando benissimo – ha detto l’attaccante – con i nuovi compagni, lo staff e anche la città che mi piace molto. I tifosi ci sono vicini. Con Giammarioli ci siamo sentiti durante l’estate. Con lui ho un ottimo rapporto e lo ritengo un grande direttore sportivo. Ringrazio sia lui che il mister Magrini per aver creduto in me e per avermi dato questa opportunità”.

SAN MARINO RTV. Ribalta per San Marino Rtv che è ripartita, per il decimo anno, con la trasmissione “Cpiace” condotta in studio da Lorenzo Giardi e con opinionista Massimo Boccucci. L’emittente di Stato della Repubblica di San Marino, consociata Rai, che da metà ottobre approderà anche sul digitale terrestre nazionale italiano, ha avuto ospite in studio ieri sera (lunedì 14 settembre) il direttore sportivo dell’Imolese, Aniello Martone. Qualche passaggio della sua partecipazione alla trasmissione è stato ripreso dal sito tuttomercatoweb. “Prendiamoci questo punto – ha detto Martone sullo 0-0 a Cesena -, il pareggio alla fine è giusto anche se vincendo la partita non avremmo rubato nulla. A Imola ho trovato di tutto e di più, sia come città che come club. La piazza rispecchia le dimensioni giuste per lavorare con i giovani, l’ambiente è tranquillo. Rispetto alle aspettative che avevo sono rimasto sorpreso positivamente. Non ci sono state fin qui cose negative se non il fatto di essere arrivato un po’ in ritardo. Il nostro obiettivo è quello di raggiungere una salvezza tranquilla cercando di patrimonializzare la società”.

GHIRELLI. Si è tenuta martedì 14 settembre in videoconferenza l’assemblea delle società della Lega Pro. Il presidente Francesco Ghirelli ha fatto una ampia panoramica sulle questioni chiave che riguardano la stagione sportiva in corso, a partire dall’intensificazione del lavoro di coordinamento tra giudice sportivo, Can Pro, delegati che sta portando ad un aumento della qualità di tutte le fasi del campionato così come ad un rafforzamento nei rapporti con i club. Un importante elemento di attenzione – viene spiegato in una nota dalla Lega Pro – riguarda gli stadi e il ritorno dei tifosi agli eventi sportivi, sulla scia di quanto stabilito dalle disposizioni governative. Lega Pro, in coordinamento con l’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive, sta lavorando con l’obiettivo di riavvicinare gli appassionati allo stadio, in piena sicurezza e nel massimo dell’accoglienza. Il presidente Ghirelli ha poi riferito rispetto al lavoro svolto, di concerto con Federcalcio, sul governo e sullo stato delle risorse di sostegno ai club, previste dal Decreto Sostegni Bis. In particolare, è stato condiviso l’apprezzamento per l’iniziativa federale di sospensione delle scadenze federali Irpef e Inps delle società professionistiche ed è stato manifestato l’impegno di lavorare perché il governo, e in particolare il Sottosegretario Vezzali, risponda alle necessità dei club corrispondendo rapidamente le risorse già stanziate e intervenga sulla rateizzazione dei contributi fiscali e previdenziali. L’assemblea è proseguita mettendo a votazione la modifica del Regolamento minutaggio relativa alla distribuzione delle risorse. Il ripristino della precedente suddivisione generale indistintamente tra tutti i club dei tre gironi sulla base dei minuti giocati dagli atleti “under” è stato respinto. Sono state votate all’unanimità la ripartizione dei corrispettivi delle risorse derivanti dai diritti audiovisivi nelle stagioni sportive 2020-2021, 2021-2022 e 2022-2023; la suddivisione delle risorse della Melandri; la modifica del Codice di autoregolamentazione. Per la prima volta dopo la modifica statutaria è stato portato in Assemblea ed approvato all’unanimità il budget per la stagione sportiva 2021-2022. L’assemblea ha infine deliberato la nomina di monsignore Pietro Santoro a vicepresidente del Comitato Etico. “Gli impegni presi nell’assemblea sono rilevanti – ha detto Ghirelli -, continuiamo a lavorare perseguendo come priorità la sostenibilità economico finanziaria dei club. Sul tema della riforma ho proposto di abolire ripescaggi e riammissioni”.