Home News Si respira l’alta classifica in Gubbio-Carrarese per il turno infrasettimanale. Torrente sfida...

Si respira l’alta classifica in Gubbio-Carrarese per il turno infrasettimanale. Torrente sfida Di Natale

542
0
Vincenzo Torrente (foto As Gubbio 1910)

L’occasione è grossa per cercare una posizione migliore per fare un salto di qualità e staccare la Carrarese guidata da Antonio Di Natale che in classifica ha 14 punti proprio come il Gubbio. Scontro diretto per sognare, dunque, oggi (ore 18.30) nel turno infrasettimanale al “Barbetti” dove i rossoblù hanno conquistato 10 punti e hanno perso l’ultima volta il 3 aprile scorso col Carpi che riuscì a segnare 4 gol.

L’obiettivo principale dei rossoblù è conservare il piazzamento playoff cercando di stare agganciati alle migliori del girone B dopo la mezza frenata a Grosseto della Reggiana capolista. Vincenzo Torrente sa quel che vuole: “Mi aspetto un’altra prestazione convincente e la conferma del percorso che stiamo facendo ed è sicuramente positivo. La Carrarese è in salute venendo da due vittorie, è una buona squadra con qualità e individualità importanti, perciò ci vorrà il miglior Gubbio. Ogni partita è complicata e lo sarà anche questa. Recuperiamo le energie e stiamo a vedere quel che potrà succedere provando a sfruttare ancora una volta il fattore. Per il turnover vedremo, è chiaro che tre partite in una settimana hanno un peso e vanno gestite al meglio”.

Il giudice sportivo, intanto, ha riservato la multa di 2.000 euro perché la trentina di tifosi al seguito nella trasferta di sabato scorso a Teramo “hanno intonato cori offensivi nei confronti delle istituzioni calcistiche e nei confronti della squadra di casa e dei suoi tifosi”. La società ha preso posizione raccomandando “a tutti i sostenitori rossoblù di evitare comportamenti e manifestazioni tali da provocare un danno economico e di immagine alla società, tanto nelle partite casalinghe quanto in quelle in trasferta. La passione e il tifo per la maglia e i giocatori non devono mai venire prima del rispetto dei valori dello sport e dei tifosi o calciatori avversari. Al tempo stesso è essenziale non vanificare gli sforzi che la società sta compiendo per realizzare quel percorso di crescita in grado di raggiungere gli ambiziosi obiettivi che si intendono raggiungere in questa e nelle prossime stagioni. Confidiamo nella massima collaborazione e responsabilità di tutti i tifosi eugubini per evitare il ripetersi di simili episodi. Sicuri della vostra comprensione e dell’amore che avete per questi colori, chiediamo pertanto il consueto tifo e calore nel pieno rispetto delle normative vigenti a cui sia i tifosi che le società sportive devono uniformarsi”.

Ufficializzata la giornata di squalifica per l’attaccante Alessandro Arena, espulso al Bonolis all’11’ della ripresa per doppia ammonizione, con il centrocampista Andrea Cittadino entrato in diffida oltre all’ammonizione per il direttore sportivo Davide Mignemi. Non sono attese sorprese sul modulo con il consolidato 4-3-3, verificando invece la scelta dell’undici di base con possibili novità.

Torrente si aspetta risposte da tutti dopo aver salutato con favore il gol del pareggio a Teramo realizzato di testa dal difensore centrale Alex Ridolfi che è stato il settimo giocatore a segno della formazione rossoblù. Osservato speciale Manuel Sarao, che al Barbetti ha lasciato il segno contro Virtus Entella e Pontedera. La Carrarese ha avuto un andamento altalenante tanto da alimentare le voci di un possibile avvicendamento tecnico con Di Natale messo in discussione ma che alla fine ha ottenuto la fiducia della società andando avanti per propria strada fino all’ultimo trittico di gare andare bene con 7 punti.

Arbitra Giuseppe Mucera di Palermo, al primo anno in Serie C, senza precedenti con i rossoblù e alla terza gara nei professionisti con una vittoria della squadra in trasferta e un pareggio.