Home Cronaca Processo Goracci, in aula il 3 febbraio ma solo per il nuovo...

Processo Goracci, in aula il 3 febbraio ma solo per il nuovo calendario. Certificato medico di Cernicchi

443
0
L'ex sindaco Orfeo Goracci

Il tribunale di Perugia ha convocato per il 3 febbraio 2022 le parti del processo Trust, che vede imputati l’ex sindaco Orfeo Goracci con altri politici ex amministratori, dipendenti ed ex dipendenti comunali con vari capi di imputazione.

Il ritorno in aula a febbraio non sarà però per ascoltare altri test dell’accusa, l’ex assessore ai Lavori Pubblici Marino Cernicchi, che ha patteggiato a 16 mesi di reclusione assumendosi le responsabilità, e l’ex dipendente Lorenzo Rughi che per l’accusa è una delle vittime del cosiddetto “sistema Goracci” che tendeva ad agevolare amiche e amici danneggiando i nemici. Goracci e gli altri imputati hanno sempre respinto ogni addebito, rivendicando la legittimità di atti e comportamenti.

In quell’occasione verrà infatti concordato un nuovo calendario delle udienze, dopo che è saltata quella fissata per il 23 novembre scorso. Non si sarebbe presentato in aula Marino Cernicchi per aver trasmesso al giudice un certificato medico.

Il processo è dunque fermo all’udienza del 19 ottobre quando la dottoressa Fernanda Fraioli della Corte dei Conti nella deposizione ha confermato la falsificazione di un documento dell’organo giudiziario contabile con il quale si ipotizzavano irregolarità nei confronti del dipendente Franco Bazzurri, oggi in pensione, in realtà mai prospettate e secondo l’accusa utilizzate per intimorire e gettare ombre su Bazzurri. Proprio Bazzurri ha raccontato che fin da quando si trasferì da Gualdo Tadino a Gubbio è stato osteggiato, ricattato e penalizzato con la disparità di trattamento quando dapprima all’ufficio personale e quindi al settore anagrafe è stata sospesa la posizione organizzativa che da tempo era prevista per quei servizi e rimosse quando spettava a lui. In particolare, Bazzurri ha evidenziato come le due posizioni organizzative siano state ripristinate, in momenti diversi, quando hanno maturato i titoli Lucia Cecili e Nadia Ercoli, entrambe imputate al processo Trust e coinvolte in altri aspetti della vicenda per i rapporti personali con Goracci. Bazzurri ha ripercorso analoghe situazioni dell’altro ex dipendente Lorenzo Rughi.

L’inchiesta Trust con il patteggiamento di Marino Cernicchi, strettissimo collaboratore sul piano politico e operativo in Giunta, ha già messo un punto di certezza nelle vicende che hanno caratterizzato gli anni di Goracci sindaco.