Home Attualità Lavori, semaforo e disagi alla galleria della Contessa. Problemi anche sulla Flaminia....

Lavori, semaforo e disagi alla galleria della Contessa. Problemi anche sulla Flaminia. Code e proteste

536
0
La galleria della Contessa

E’ tornato il semaforo agli accessi della vecchia decrepita galleria della Contessa per l’ennesima tornata dei lavori che Anas organizza di tanto in tanto su un tratto stradale sempre più martoriato e inadeguato. Proteste continue per le lunghe code che in taluni momenti si formano nella bretella di collegamento con l’entroterra pesarese verso la costa Adriatica.

Lo scenario è spesso apocalittico, specialmente quando si ritrovano gli automezzi pesanti che dominano da sempre questo tratto sul cui ammodernamento si sono consumati dibattiti e promesse dei politici di turno senza alcuna prospettiva, nonostante il progetto preliminare finanziato e donato al Comune di Gubbio nel 2005 ai tempi di Orfeo Goracci sindaco.

Da allora silenzi, chiacchiere e rassicurazioni a fasi alterne, specie in campagna elettorale, senza alcun ammodernamento per assistere solamente a sistemazioni temporanee scarsamente efficaci e soprattutto poco durature. In questi giorni la storia si sta ripetendo, con il disappunto di quanti transitano quotidianamente lungo la strada ritrovandosi nella solita trappola e con il cantiere spesso deserto, come in alcune ore venerdì scorso.

Le turnazioni canoniche allungano a dismisura i tempi per gli interventi di sistemazione che Anas programma senza riuscire a gestire i disagi proprio per gli orari ridotti di attività su uno snodo cruciale. Il senso unico alternato procura problemi, oltre all’immancabile impatto ambientale per gli scarichi dei mezzi, con il silenzio assordante delle forze politiche e istituzionali che sulle questioni ambientali alzano invece la voce solamente su situazioni specifiche che vanno dietro alle battaglie dei comitati ambientalisti e di singoli politici pronte e cavalcarle.

Tra queste battaglie, non rientra evidentemente quanto accade di tanto in tanto sulla strada della Contessa. La situazione peggiora lasciando la Contessa per immettersi sulla Flaminia, a causa dei cantieri ripetuti e infiniti come quello che costringe auto e camion ad attraversare il centro abitato di Cantiano. L’intervento sta andando avanti da lunghi mesi e anche in questo caso spesso il cantiere è deserto. L’impatto dei mezzi all’interno del piccolo comune marchigiano è impressionante e ha suscitato le proteste anche dei residenti, oltre che di quanto transitano ogni giorno.

Altre criticità si registrano continuando a percorrere la strada, con Anas bersaglio di feroci reazioni tra polemiche e ironia, mentre l’unica vera novità è rappresentata dal potente autovelox tra il bivio per Smirra e l’inizio delle quattro corsie in direzione Acqualagna. Agisce in un raggio chilometrico prolungato e ha già fruttato cospicui incassi, soprattutto nel primo periodo e da chi passa raramente in quella zona.