Home News Il Gubbio alla conquista di Pescara nella notte dei playoff. Notari e...

Il Gubbio alla conquista di Pescara nella notte dei playoff. Notari e Torrente: “Proviamoci”

531
0
Lo stadio "Adriatico" di Pescara

Sauro Notari non si accontenta e guarda avanti: “Proviamoci ancora”. Eccolo il presidente che dopo la vittoria sulla Lucchese tira dritto senza mettere limiti alla provvidenza.

Dalla Lucchese, battuta domenica scorsa al “Barbetti” pur bastando il pareggio, si passa mercoledì 4 maggio al Pescara (ore 20.30) e cambia lo scenario perché stavolta i rossoblù hanno un solo risultato se vogliono accedere alla prima fase nazionale, con gli abbinamenti che verranno decisi per sorteggio entrando in ballo anche gli altri due gironi.

Il presidente ha stretto un patto con il tecnico: “Ci siamo detti che possiamo competere. Conosciamo la forza del Pescara e al contempo la nostra. All’Adriatico possiamo vincere e ce la metteremo tutta. Contro la Lucchese ho puntato molto su Arena, per questa partita dico Spalluto. Sono fiducioso, penso che possiamo farcela. Spero che riusciremo a mettere in campo tutte le nostre qualità”.

Vincenzo Torrente ritrova il difensore Migliorini dopo la squalifica e l’organico registra dunque la sola assenza di Aurelio, ormai fuori da un pezzo. Potrebbe esserci qualche novità rispetto all’undici iniziale visto un po’ in difficoltà contro la Lucchese: scalpita D’Amico che ha dato vivacità, subentrando a Mangni apparso in ombra, e innescato Arena sul gol ai toscani.

“Abbiamo tutte le possibilità di giocarcela – dice l’allenatore rossoblù -, conterà molto la testa. In campionato da loro non meritavamo di perdere, li abbiamo impegnati parecchio creando le nostre occasioni da gol. Sappiamo di dover vincere”.

In fondo il Gubbio preferisce gli abruzzesi alla Virtus Entella, che avrebbero trovato qualora l’Ancona Matelica avesse rispettato il pronostico in casa contro l’Olbia che invece ha fatto il blitz a sorpresa. In Abruzzo troveranno un clima non sereno dopo il 2-2 contro la Carrarese maturato tra mille sofferenze e critiche per il gioco di Luciano Zauri che dal 6 aprile ha preso il posto dell’esonerato Gaetano Auteri.

Ha tuonato il presidente Daniele Sebastiani: “Dobbiamo darci una svegliata, contro il Gubbio voglio di più. Soffriamo troppo con le piccole, corriamo poco e male facendo un possesso palla sterile”. Zauri punta molto sul bomber Iacopo Cernigoi, autore della doppietta decisiva con la Carrarese, preso a gennaio dal Seregno dopo che in estate il Gubbio l’ha trattato a lungo.

Arbitra Mario Cascone di Nocera Inferiore, al quinto anno in Lega Pro, con 71 direzioni di gara di cui 16 in questa stagione e un precedente con il Gubbio nella passata stagione contro l’Arezzo al Barbetti finito 1-1.