Home Cultura Gubbio e Fabriano unite nel Festival Frammenti di Carta con il coinvolgimento...

Gubbio e Fabriano unite nel Festival Frammenti di Carta con il coinvolgimento di Anna Buoninsegni Sartori

164
0
Anna Buoninsegni Sartori, poeta ed editore, alla conferenza stampa del Festival Frammenti di Carta organizzato a Fabriano

Gubbio e Fabriano con il filo diretto per il Festival Frammenti di Carta, grazie al coinvolgimento di Anna Buoninsegni Sartori, poeta ed editore di “Arte Libro unaluna”. Appuntamento sabato 28 e domenica 29 maggio ai Giardini del Poio del Comune marchigiano a partire dalle ore 17. La presenza di Anna Buoninsegni nell’organizzazione sancisce un connubio appenninico Fabriano-Gubbio coinvolgendo il meglio della poesia italiana.

L’evento è stato illustrato nella sede della Fondazione Carifac dal presidente della Fondazione Dennis Censi, da Alessandro Moscè direttore artistico della manifestazione, da Marco Ottaviani ideatore del Premio “Città di Fabriano” e da Anna Buoninsegni Sartori.

Quest’anno, dopo due anni di fermo a causa della pandemia si è deciso di intraprendere – è stato sottolineato – un nuovo percorso tramutando il Premio Nazionale di Narrativa e Poesia “Città di Fabriano”, giunto alla quattordicesima edizione, in una serie di incontri letterari, sempre legati alla narrativa e alla poesia italiana contemporanea.

Il direttore artistico Alessandro Moscè ha detto che “gli eventi sono organizzati in collaborazione con la Fondazione Carifac, la Biblioteca Multimediale Fabriano Sassi e il Premio Nazionale di Narrativa e Poesia Città di Fabriano. I temi degli incontri: il ricordo di Pier Paolo Pasolini a cento anni dalla nascita, la sezione dedicata alla memoria dell’insegnante fabrianese Piera Picchi, la pubblicazione di una plaquette su carta di cotone fatta a mano. Nel comitato organizzatore è presente Marco Ottaviani, fondatore dell’omonimo premio che in tanti anni ha donato circa 3.000 libri alla città ed ha ospitato alcune delle voci più grandi della letteratura italiana: Alberto Bevilacqua, Dacia Maraini; Eraldo Affinati, Edoardo Albinati, Nicola Crocetti ed altri oltre a personaggi di cultura e spettacolo come Francesco Guccini, Mogol e Luca Carboni”.

Per l’occasione, Anna Buoninsegni Sartori ha curato una plaquette realizzata su carta di cotone di Fabriano, composta in linotype e a caratteri mobili e stampata da Arnaldo D’Acri al torchio pianocilidrico Heidelberg. Gli esemplari in 300 copie numerate contengono i testi poetici di coloro che prenderanno parte al reading di domenica 29 maggio, sempre alle 17, ai Giardini del Poio: Nicola Bultrini, Anna Buoninsegni Sartori, Guido Garufi, Antonietta Gnerre, Pasquale di Palmo, Gianfranco Lauretano, Francesca Serragnoli e il sottoscritto. Inoltre sono presenti i testi di Stefano Dal Bianco, Vivian Lamarque e Davide Rondoni.