Home Attualità Ex mattatoio comunale, ora si punta sui soldi dell’Europa

Ex mattatoio comunale, ora si punta sui soldi dell’Europa

149
0
L'ex mattatoio in via della Piaggiola sopraffatto dal degrado

I soldi dell’Europa per recuperare l’ex mattatoio comunale in via della Piaggiola, alle porte della città, lasciato transennato nel più totale abbandono, diventato un rudere che rischia di crollare senza alcuna protezione. Dopo anni e anni di dibattiti – riporta il Messaggero nell’edizione di giovedì 23 giugno -, passati soprattutto tra le promesse dei politici di turno con prospettive progettuali rimaste un libro dei sogni, ora si parla dell’ennesima svolta annunciata per superare il degrado imperante.

La svolta si ripone nel Pnrr, ovvero i fondi legati al piano europeo di cui almeno per il momento ci sono solamente delle prospettive previste senza alcuna certezza sui tempi e modi di reperimento per l’investimento dei fondi attesi e comunque da integrare.

Il Comune ha avviato le procedure per partecipare al bando del piano nazionale di ripresa e resilienza (Missione 5, componente 3 “Interventi speciali per la coesione”) per accedere a contributi utili all’esecuzione di lavori di miglioramento sismico dell’edificio in questione. L’obiettivo è riqualificare una zona in cui per lungo tempo si sono fatti discorsi e prospettate progettualità anche costose rimaste però sempre e soltanto sulla carta, ricordando l’iniziativa del workshop “L’oro di Gubbio”.

Per ora l’area dell’ex mattatoio è del tutto inagibile, con le transenne che dal 2017 consegnano una pessima immagine facendo risaltare tutta l’incuria, tra continue segnalazioni, proteste e polemiche più dall’opinione pubblica che nel dibattito tra le forze politiche.

Il progetto legato al Pnrr prevede di acquisire dal bando circa tre milioni per lavori strutturali, manutenzione straordinaria, restauro delle facciate, impianti idrico sanitari, opere elettriche e per la sicurezza. A disposizione dell’amministrazione comunale la somma di circa 700mila euro.

Il progetto di fattibilità prevede la conversione dell’ex mattatoio nella nuova sede della Scuola comunale di musica” e dei maestri liutai, con l’approvazione da parte della Giunta Stirati della relativa deliberazione lo scorso 14 giugno. Si attendono ora sviluppi sull’ammissione a finanziamento e se si riusciranno ad ottenere fondi per recuperare lo storico edificio.