Home News Carini e Venturi: «Riconoscimento stato di emergenza accelerato dal lavoro di squadra...

Carini e Venturi: «Riconoscimento stato di emergenza accelerato dal lavoro di squadra della Lega»

309
0
La grossa quercia caduta a Mocaiana per il maltempo

Sullo stato di emergenza riconosciuto per Gubbio dopo la violenta ondata di maltempo di metà settembre interviene il gruppo consiliare della Lega con Michele Carini e Sabina Venturi: «Ecco la differenza tra chi fa passerelle politiche per un proprio tornaconto elettorale come il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle e chi invece lavora sul territorio ottenendo risultati determinanti: il Consiglio dei Ministri ha riconosciuto lo stato di emergenza anche per Gubbio, dopo gli eventi meteorologici eccezionali del 15 settembre, prevedendo dei finanziamenti per far fronte alle esigenze più impellenti. In seguito al violento nubifragio che ha colpito anche il territorio eugubino – proseguono – abbiamo subito svolto dei sopralluoghi nelle zone interessate insieme ai consiglieri regionali della Lega Umbria, incontrando e parlando con imprenditori, realtà economiche colpite e con i cittadini preoccupati per la condizione delle loro abitazioni. Le istanze del territorio sono state recepite prontamente dalla governatrice Donatella Tesei e dall’assessore regionale della Lega Enrico Melasecche che hanno rappresentato Gubbio e l’Umbria presso il nuovo Governo di centrodestra. Grazie al lavoro di squadra della Lega sono stati superati tutti gli impedimenti burocratici che rischiavano di rallentare il percorso di riconoscimento dello stato di emergenza e quindi l’erogazione dei finanziamenti che sono stati stanziati dal Consiglio dei Ministri formatosi nemmeno due settimane prima. Nulla a che vedere con quanto fatto o, meglio, non fatto dal consigliere regionale grillino De Luca, venuto a Gubbio solo per fare propaganda o dal sindaco di Gubbio Filippo Stirati che, al contrario dei suoi colleghi, ad oggi non ha avuto nemmeno la cortesia istituzionale di ringraziare la Regione Umbria e il Governo per i finanziamenti stanziati. Come Lega continueremo a lavorare come sempre per essere vicini alle istanze del territorio. Invitiamo l’Amministrazione comunale a fare altrettanto e intervenire nell’ambito delle proprie competenze e responsabilità per sostenere cittadini e imprese, visto che la situazione nelle aree colpite è ancora molto critica».