Home News Zuffa tra il Movimento 5 Stelle e la Lega sulla gestione dei...

Zuffa tra il Movimento 5 Stelle e la Lega sulla gestione dei danni per il maltempo

369
0
La situazione a San Bartolomeo nel buranese dopo la violenta ondata di maltempo

Il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle, con Mauro Salciarini e Rodolfo Rughi, polemizza con la Lega di Gubbio e al governo della Regione sulla gestione dei danni lasciati dal maltempo sul territorio a metà settembre. «La miglior difesa è l’attacco? Sembrano pensarla così i consiglieri comunali della Lega Venturi e Carini, i quali – scrivono Salciarini e Rughi – non solo magnificano il lavoro fatto dalla Giunta Tesei per lo sblocco dei finanziamenti per i danni degli eventi calamitosi del 15 settembre scorso in alcune zone del territorio eugubino con il contributo a loro dire risolutivo della Lega, ma chiamano in causa anche il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Thomas De Luca, che a detta dei leghisti eugubini nell’occasione si sarebbe limitato soltanto a un’inutile passerella elettorale sui luoghi alluvionati. La ricostruzione dei fatti, così come riportata, c’impone una breve riflessione e ci strappa anche un sorriso, perché lodare in maniera sperticata il lavoro della Giunta regionale umbra da una parte e dall’altra calunniare un avversario politico noto a tutti per il suo impegno fattivo ci appare avventato per più motivi. Innanzitutto perché ottenere dei rimborsi dal governo nazionale dopo una calamità è il minimo sindacale che qualsiasi Regione è tenuta ad ottenere. Poi perché quella che viene definita passerella del consigliere De Luca è stata sollecitata dagli abitanti stessi dei luoghi alluvionati che sono stati letteralmente dimenticati dai politici regionali. Ogni volta che siamo stati chiamati in causa nel nostro territorio siamo sempre intervenuti, pur sapendo che la stampa non ci avrebbe mai dato visibilità. Fortunatamente è nostra abitudine documentare con foto e video e quindi basta andare a vedere gli interventi sul profilo social di De Luca. Nel caso del territorio del buranese si possono ascoltare le testimonianze che lamentano a chiare lettere il fatto che dopo quasi una settimana dall’alluvione nessuno della Giunta regionale si è fatto sentire. Come di consueto e prima del crimine della presunta passerella, abbiamo ricostruito atti alla mano tutta la vicenda a livello locale anche con sopralluogo insieme al sindaco Stirati, per poi presentare interrogazioni regionali nelle aule di palazzo Cesaroni. Quindi tutto nero su bianco e alla luce del sole. La risposta della Giunta regionale è arrivata a quasi un mese di distanza. La risposta dell’assessore all’interrogazione del Movimento 5 Stelle è stata talmente superficiale e poco esaustiva, tralasciando persino tutti gli atti protocollati inviati dal sindaco di Gubbio in Regione e che chiedevano un intervento immediato vista la gravità in alcune zone del nostro vastissimo territorio. Tanto è vero che è diventato virale il video postato in data 11 ottobre dal consigliere De Luca in cui, alla risposta dell’Assessore, lo scambio verbale è diventato piuttosto veemente data l’inconsistenza della risposta ricevuta. Quindi difendersi attaccando, come hanno fatto i consiglieri comunali leghisti è un vero autogol perché non solo mette in luce l’inerzia della Giunta Tesei, ma per contro ci dà la possibilità di rendere giustizia all’azione politica di tutto il Movimento 5 Stelle e del consigliere regionale De Luca».