Home News Gubbio in campo: Braglia non si fida del San Donato Tavarnelle

Gubbio in campo: Braglia non si fida del San Donato Tavarnelle

239
0
Piero Braglia

Braglia non si fida del San Donato Tavarnelle, ultimo in classifica matricola assoluta in Serie C con i suoi 3.994 abitanti oltre che senza precedenti in gare ufficiali, al di là di un’amichevole l’estate scorsa finita 3-0 per i rossoblù. Con il nuovo allenatore, il trentanovenne Daniele Buzzegoli, i toscani hanno fermato sull’1-1 l’Entella, dopo il cambio della panchina (esonerato l’ex Lamberto Magrini) nel portarsi dietro i trascorsi da centrocampista capitano della promozione e capace di una carriera consumata dalla Serie A alla D.

Servirà attenzione oggi (sabato 26 novembre, ore 17:30, stadio “Barbetti”) al Gubbio, per quanto reduce dal bel colpo a Lucca. Braglia vuole il fattore campo dopo l’unica vittoria in mezzo a tre sconfitte, dovendo invece evitare il fattore cartellini viste le 5 espulsioni, 48 ammonizioni con lo stesso staff tecnico facile bersaglio degli arbitri (Braglia sei gialli e un rosso, il vice De Simone tre espulsioni e il preparatore atletico Barberio due rossi). Gubbio cooperativa del gol con 10 marcatori diversi in 14 turni, regina delle reti realizzate da subentranti (6). Oggi Redolfi raggiunge 200 partite in 9 anni da professionista tra C e B.

«Ogni partita va affrontata nel modo migliore – spiega Braglia – anche perché i toscani non meritano la classifica che occupano e sono bravi davanti. Ci potrebbero creare problemi perché in casa non andiamo bene ultimamente Nell’atteggiamento. Non possiamo permetterci di toppare. Dovremo essere aggressivi e coraggiosi, con la voglia di fare la gara. Tante cose dipendono solo da noi, serve la fame».

Il tecnico non esita sulla filosofia delle scelte: «Gioca chi merita, chi ha sbagliato nelle prestazioni precedenti avrà meno possibilità. Parla il campo. Tutti sono utili e nessuno è indispensabile. Al primo posto per me viene sempre la squadra». Confermata la difesa a tre: «Si continua così e siamo comunque capaci di giocare anche con la linea quattro, così come vedremo se Arena giocherà dietro a due attaccanti oppure faremo delle cose diverse».

Rientra Bulevardi dalla squalifica e potrebbe trovare un posto da titolare, mentre il giudice sportivo ha fermato Corsinelli che salterà anche l’impegno infrasettimanale di martedì 29 novembre alle ore 21 allo stadio “Benelli” di Pesaro contro la Vis (la successiva gara di sabato 4 dicembre) al “Barbetti” contro il Siena è stata anticipata alle 14:30).

Arbitra Gianluca Grasso di Ariano Irpino, alla sua terza stagione in C con 25 direzioni in Lega Pro e senza precedenti con le due squadre.