Home News Stirati e Damiani: “La convenzione con il Gubbio calcio è regolare”

Stirati e Damiani: “La convenzione con il Gubbio calcio è regolare”

2290
0
Lo stadio "Pietro Barbetti"

Sulla vicenda della convenzione del Comune di Gubbio con la società Gubbio Calcio – fa sapere il sindaco Filippo Mario Stirati – si sono sprecate parole e considerazioni fuori luogo. Per ristabilire una riflessione pacata e costruttiva, dopo le apprezzabili e condivise dichiarazioni del presidente Sauro Notari, va sottolineato che la società svolge un ruolo centrale nella gestione sportiva, garantendo un campionato di rango nella specialità calcistica e soprattutto ha garantito in questi anni interventi strutturali allo stadio ‘Pietro Barbetti‘, anticipando soldi e assumendosi responsabilità dirette. Questo in un panorama generale non certo roseo, con una situazione calcistica disastrosa e fallimenti clamorosi. E’ inaccettabile l’affermazione che regaliamo soldi alla società e intendiamo fare chiarezza sgombrando il campo da ogni equivoco, su una vicenda che affonda in anni lontani e che la convenzione ha chiarito in maniera inequivocabile e trasparente. Quanto concordato tra il Comune e l’associazione sportiva Gubbio 1910, non solo è legittimo ma va a favore dell’interesse della collettività con ricadute positive per lo stadio Barbetti, indicato a livello regionale e nazionale tra i più efficaci e rispondenti ai migliori requisiti. Se il presidente dell’As Gubbio 1910 Notari non avesse anticipato la somma di 50.000 euro per effettuare una parte dei lavori, non si sarebbero nemmeno potute tenere le partite nella stagione 2017-2018. Notari si è fatto carico dell’anticipo della somma e per ammortizzare i costi di adeguamento e garantire i livelli di sicurezza stabiliti dalle disposizioni, si è allungata la convenzione fino al 2025. L’ulteriore somma di 17.000 euro annui concessi dal Comune, compensa nell’arco di 8 anni quanto anticipato dal presidente Notari. Circa le tassazioni su affissioni pubblicitarie, per 10 mila euro l’anno, in questo caso la voce di spesa va a copertura sotto forma di contributo della ristrutturazione dello stadio, per i lavori di adeguamento in occasione del campionato di Serie B nella stagione 2011-2012. Infine, rispediamo al mittente le accuse di privilegiare solo la Gubbio Calcio: prima di tutto lo stadio Barbetti viene usato anche per altre attività sportive come l’atletica, e poi l’attenzione e le risorse destinate ad altre pratiche agostistiche come basket, pallavolo, calcetto sono testimoniate dalle tante iniziative di qualità che vengono realizzate. Infine, ricordiamo che il metodo di anticipare i soldi, come nel caso della ristrutturazione della palestre provinciali, non è inusuale ed è una modalità di relazione e collaborazione virtuosa e proficua per la collettività”.

LA POSIZIONE DI DAMIANI. L’assessore allo Sport, Gabriele Damiani, prende posizione: “Al netto di tutte le dichiarazioni polemiche, esternate da un consigliere comunale, resta lo sdegno per lo squallido tentativo di mettere zizzania tra le altre società sportive del territorio, con le quali, in realtà, abbiamo costruito un rapporto di proficua e reciproca collaborazione”.