Home Cultura Premio letterario Montefiore, “Nel segno dei padri” conquista la critica

Premio letterario Montefiore, “Nel segno dei padri” conquista la critica

984
0
Giacomo Marinelli Andreoli protagonista al Premio Montefiore

Fa un percorso di consensi e successo il romanzo storico “Nel segno dei padri”, la storia di amicizia epistolare tra Gugliemina Roncigli, figlia di uno dei quaranta martiri di Gubbio e Peter Staudacher, figlio dell’ufficiale medico tedesco ucciso in un bar del centro cittadino, la cui morte provocò la più cruenta rappresaglia del periodo dell’occupazione nazista in Umbria.

Il libro di Giacomo Marinelli Andreoli, edito da Marsilio e giunto alla seconda ristampa, continua infatti a ricevere attestati e riconoscimenti anche al di fuori del confini regionali.

L’ultima vetrina domenica scorsa al teatro Malatesta di Montefiore conca, sulle suggestive colline del Montefeltro, da cui si ammira il panorama della riviera romagnola. La rassegna era il Premio letterario internazionale Montefiore, che ogni anno seleziona alcune tra le pubblicazioni di maggiore successo e intensità a livello nazionale e non solo, con una giuria presieduta dal candidato premio Nobel per la pace, Hafez Haidar, scrittore e docente libanese.

A vincere il primo premio ex aequo il best seller di Andrea Scanzi, giornalista de Il Fatto quotidiano e scrittore, “Renzusconi” divenuto anche una piece teatrale, in cima al podio insieme al fortunato testo “E lo chiamerai destino” di Marco Tullio Barboni.

Ma c’è stato spazio anche per “Nel segno dei padri” che ha ottenuto il primo premio della giuria critica, con una motivazione di particolare rilievo.

Nel corso della cerimonia sono intervenuti gli stessi vincitori del premio, con Scanzi che ha preannunciato l’imminente uscita di un nuovo libro “SalviMaio”.

Ma anche nelle prossime settimane “Nel segno dei padri” e unitamente la vicenda legata alla storia narrata sullo sfondo dell’eccidio eugubino, sarà protagonisti in altre importanti rassegne letterarie, prima fra tutte il premio Acqui storia – principale rassegna dedicata al romanzo storico – che sarà assegnato il 20 ottobre ad Acqui terme, in Piemonte, nel quale il libro di Marinelli Andreoli è stato selezionato tra i 6 finalisti assoluti. Nella stessa serata a Terni se ne parlerà nell’ambito di Umbrialibri nel contesto del concorso FulgineaMente 2018.