Home News Il Sassuolo con Carnevali e Sensi a Gubbio per la Festa dei...

Il Sassuolo con Carnevali e Sensi a Gubbio per la Festa dei Licei Sportivi dell’Umbria

1323
0
La Festa dei Licei Sportivi dell'Umbria al Park Hotel "Ai Cappuccini"

Gli studenti dell’indirizzo scientifico-sportivo si sono dati appuntamento questa mattina a Gubbio, al Park Hotel “Ai Cappuccini”, per la Festa dei Licei Sportivi dell’Umbria, iniziativa del polo liceale “Giuseppe Mazzatinti” d’intesa con il liceo scientifico “Guglielmo Marconi” di Foligno e l’istituto “Gandhi” di Narni. Hanno riservato un’accoglienza particolarmente calorosa all’amministratore delegato Giovanni Carnevali e al centrocampista Stefano Sensi che hanno raccontato il modello Sassuolo, una società virtuosa e competitiva da sei stagioni protagonista in Serie A.

PRIMO QUINQUENNIO. “Completiamo quest’anno il primo percorso quinquennale dell’indirizzo scientifico-sportivo ed è motivo d’orgoglio – ha detto Maria Marinangeli, dirigente scolastico del Mazzatinti che ha fatto gli onori di casa – per l’interesse e le crescenti adesioni. Non vengono formati soltanto degli atleti, ma si offrono opportunità legate allo sport in ogni suo aspetto manageriale e organizzativo, a livello di marketing e comunicazione. C’è un forte richiamo di questo indirizzo e auspichiamo che si possa rimuovere il paletto della costituzione di un’unica classe per ogni anno come prevede la normativa”.

PIU’ CLASSI. Un appello in questo senso è stato rivolto, all’indirizzo di Mauro Esposito, responsabile del settore sport ed educazione fisica dell’Ufficio scolastico regionale umbro, anche da Luigi Repace, presidente del comitato regionale della Federcalcio. L’importanza di questo corso di studi e delle prospettive è stata sottolineata dal sindaco di Gubbio, Filippo Mario Stirati, dall’assessore comunale di Narni Silvia Bernardini, da Maria Paola Sebastiani dirigente scolastico del liceo scientifico “Marconi” di Foligno, e da Donatella Porzi, presidente del Consiglio Regionale dell’Umbria.

LA STORIA DI SENSI. Il Sassuolo ha preso la scena. Il centrocampista neroverde Stefano Sensi ha raccontato la propria storia personale, i sogni, gli esordi da professionista con il San Marino in Serie C e la scalata fino alla Serie A e la maglia azzurra. “Sognavo di fare il giocatore fin da piccolo – ha detto Sensi -, avevo un campo sportivo davanti casa e facevo tardi la sera per giocare e allenarmi. La famiglia mi ha sempre sostenuto. Con gli studi mi sono fermato al secondo superiore, ma se tornassi indietro ragionerei diversamente”. Gli studenti l’hanno bersagliato di domande anche curiose: “Come investo i miei soldi? Faccio anche beneficenza, da solo e con i compagni. I soldi non sono importanti, preferirei vincere una Champions. I giocatori più forti coi quali ho giocato sono Berardi e Boateng, l’avversario più forte che ho incontrato è lo juventino Pjanic anche perché è il mio ruolo. Il mio futuro è solo il Sassuolo, devo crescere e migliorare. Ci metto impegno e sacrificio avendo la fortuna di fare ciò che mi piace”.

MODELLO NEROVERDE. L’amministratore delegato Giovanni Carnevali ha rimarcato il percorso di crescita del club emiliano, dallo stadio di proprietà alle strategie per accrescere l’appeal e il coinvolgimento anche degli sponsor. “Siamo dei perfezionisti – ha detto Carnevali – con alle spalle una società forte grazie al patron Giorgio Squinzi e alla sua signora Adriana Spazzoli. Sono due imprenditori lungimiranti. I risultati del campo si uniscono alla programmazione e la gestione. Abbiamo un settore giovanile completo e una sezione femminile a cui teniamo molto. Privilegiamo i giocatori giovani e preferibilmente italiani. Non cediamo i nostri calciatori migliori a gennaio, con Boateng è nato tutto improvvisamente in due-giorni ed era una situazione unica”.

INVITI E DONI. Carnevali ha invitato gli studenti al Mapei Stadium per assistere a una partita del Sassuolo e ha donato al sindaco eugubino Stirati la maglia numero 25 di Domenico Berardi, mentre Sensi ha regalato al liceo “Mazzatinti” la sua maglia numero 12 autografata. A Carnevali e Sensi sono stati donati due piatti in ceramica realizzati dagli studenti dell’indirizzo artistico, oltre a libri e dvd sul Gubbio e la Festa dei Ceri da parte dell’Amministrazione Comunale presente anche con l’assessore allo sport Gabriele Damiani, con un omaggio riservato infine dalla scuola calcio Fontanelle con il responsabile dell’attività tecnica Giorgio Bellucci e dalla locale sezione arbitri “Carlo Angeletti” e con il presidente Andrea Pannacci.