Home News Smacchi vuole stringere l’accordo. La coalizione di Stirati detta le condizioni

Smacchi vuole stringere l’accordo. La coalizione di Stirati detta le condizioni

1445
0
Il consigliere regionale e segretario eugubino del Pd Andrea Smacchi

Ore febbrili in vista delle elezioni Comunali del 26 maggio. Il consigliere regionale e segretario del Pd eugubino Andrea Smacchi stringe i tempi per l’accordo con la coalizione del sindaco ricandidato Filippo Mario Stirati. Sono al lavoro le diplomazie perugine piddine con lo stesso sindaco di Gubbio per trovare l’intesa. Ma la coalizione di Stirati ha posto dei paletti precisi: non vuole il simbolo del Pd ma una lista civica promossa dallo stesso Pd; non vuole ricandidati i consiglieri comunali uscenti Virna Venerucci e Marco Cardile, oltre che nessuno della vecchia guardia ma tutti nomi nuovi; vuole chiarezza sui punti programmatici a cominciare dal piano regionale dei rifiuti perché sia esplicitato anche dal Pd di Gubbio il no all’incenerimento dei rifiuti nelle cementerie. Il Pd potrebbe accettare due punti su tre dopo che Smacchi ha blindato il simbolo dichiarando di non essere disposto a rinunciarvi.