Home News Emozioni forti ad Assisi. Il Premio “Giancarlo Brugnoni” a Torrente. Fa centro...

Emozioni forti ad Assisi. Il Premio “Giancarlo Brugnoni” a Torrente. Fa centro l’ex rossoblù Magnanelli

805
0
Un momento del Gran Galaà del Calcio Umbro 2021 con il Premio "Giancarlo Brugnoni

Il “Barone” Franco Causio, il capitano del Sassuolo Francesco Magnanelli, Alfredo Trentalange presidente nazionale dell’Associazione Italiana Arbitri e un videomessaggio di Florentino Perez presidente del Real Madrid hanno acceso il Gran Galà del Calcio Umbro 2021, ieri martedì 8 giugno all’hotel Cenacolo Assisi a Santa Maria degli Angeli, che ha incoronato Marco Bonura del Trestina miglior allenatore della stagione umbra, Maurizio Peluso attaccante del Tiferno nel Top 11 ideale dell’annata, premiati da Luigi Repace presidente del Comitato regionale umbro della Lega Nazionale Dilettanti, e l’assistente Andrea Cravotta di Città di Castello miglior arbitro, premiato da Trentalange con la presenza del vicepresidente nazionale Duccio Baglioni, Katia Senesi e Luca Marconi del Comitato nazionale.

Luca Ciancaleoni presidente degli arbitri umbri, i presidenti delle sezioni umbre dell’Aia, gli assistenti arbitrali umbri Matteo Passeri, Alessandro Costanzo e Matteo Bottegoni, l’assessore allo Sport del Comune di Città di Castello Massimo Massetti. Presenze istituzionali di rilievo quelle di Eleonora Pace, consigliere regionale dell’Umbria, ed Erika Borghesi, consigliere della Provincia di Perugia.

“L’Umbria è una regione splendida in cui si viene sempre volentieri. Sul campo hanno ottenuto grandi risultati Perugia e Ternana che hanno una radicata tradizione”, ha detto Causio nel ricevere il Premio “Umbria nel Cuore”. Simpatico siparietto del “Barone” con Franco Vannini e Walter Alfredo Novellino ricordando, con il giornalista Mario Mariano sul palco, la partita del 24 aprile 1977 al “Curi” tra Perugia e Juventus contraddistinta dai gol di Causio e Vannini, con Novellino in campo. Magnanelli ha ricordato orgogliosamente la sua identità umbra, essendo tifernate, e i primi passi mossi a Città di Castello e Gubbio fino all’entusiasmante parabola con il Sassuolo caratterizzata da oltre 500 presenze dal 2005 scalando dalla C2 alla Serie A. Il centrocampista ha ricevuto il Premio “Umbria nel Cuore” e ha premiato Gaia Bolognini, giocatrice della Florentia San Gimignano che ha esordito in Serie A il 27 marzo scorso nel giorno del diciottesimo compleanno proprio contro il Sassuolo Femminile. “Auguro a te e a tutti i giovani di divertirsi, conta innanzitutto questo. Io nel mio percorso ho fatto una scelta di continuità. Penso di continuare per una-due stagioni e poi si vedrà”, ha detto Magnanelli.

Il presidente degli arbitri Trentalange, in carica dal febbraio scorso, ha sottolineato due aspetti particolari: “Ci siamo aperti alle dichiarazioni e intendiamo crescere anche su questo. Pensiamo poi ai giovani con la possibilità del doppio tesseramento per dargli la possibilità di giocare e di arbitrare”. Il trionfo di Perugia e Ternana promosse in Serie B è stato sottolineato da Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, che ha evidenziato come “il campionato è stato bello, intenso e combattuto. Le due squadre umbre hanno ottenuto un risultato straordinario con la Ternana che oltretutto, una volta conseguita la promozione, ha garantito la regolarità battendosi al meglio sino alla fine per onorare e migliorare la propria classifica”.

I direttori sportivi Marco Giannitti e Luca Leone, presenti gli addetti stampa dei club Francesco Baldoni e Lorenzo Modestino, hanno ritirato rispettivamente il Premio “Perugia nel Cuore” e “Ternana nel Cuore”. Il vicepresidente rossoverde Paolo Tagliavento ha invece rimarcato il valore delle iniziative di solidarietà nell’attività dell’associazione “Terni col Cuore” voluta dal presidente Stefano Bandecchi e presieduta proprio da Tagliavento, che ha annunciato l’organizzazione di un soggiorno marino per oltre cento bambini di famiglie in difficoltà.

Il Premio “Ernesto Bronzetti” è stato consegnato a Cristiano Lucarelli, allenatore della Ternana, che davanti alla signora Enoe Sebastiani Bronzetti e sua figlia Ellida, con il coinvolgimento del giornalista Massimo Laureti, ha ricordato di aver conosciuto, quando era un giovanissimo bomber, l’indimenticato manager scomparso cinque anni fa, per poi soffermarsi sulla cavalcata trionfale in campionato. Particolarmente suggestivo il videomessaggio di Florentino Perez, presidente della Real Madrid, che ha sottolineato il suo personale rapporto di amicizia oltre che professionale con Ernesto Bronzetti congratulandosi con Lucarelli.

Il Premio “Umbria nel Cuore” è stato consegnato a Marco Tura, presidente della Federcalcio sammarinese, e Franco Varrella, commissario tecnico della Nazionale di San Marino, per i due storici pareggi consecutivi in gare ufficiali ottenuti durante la Nations League. “Sappiamo di doverci confrontare con realtà più grandi, come di recente con l’Italia, e lo facciamo con assoluta dignità e voglia di crescere”, ha spiegato Tura, mentre Varrella si è soffermato sui progressi nel percorso della Nazionale. Premiato Michele Iannucci, il ventisettenne assisano che collaboratore tecnico e match analyst del Cluj che ha vinto lo scudetto e la Supercoppa di Romania: “E’ stata un’esperienza straordinaria con la possibilità di portare l’Umbria all’estero”, ha detto il giovane.

Sono stati ospiti gli organizzatori di due importanti eventi come il Premio Internazionale Fair Play-Menarini, Angelo Morelli e Chiara Fatai, che il primo settembre a Castiglio Fiorentino in provincia di Arezzo taglierà il traguardo delle 25 edizioni, e il Premio Nazionale La Clessidra, con Sauro Giorni e in sala Alessio Scarscelli, che si svolgerà il prossimo 5 ottobre.

Il Premio “Giancarlo Brugnoni”, in prima linea per lunghi anni come dirigente del Gubbio, è stato consegnato a Vincenzo Torrente, tornato a Gubbio dopo la doppia promozione dal 2009 fino alla Serie B con Brugnoni vicepresidente, con il ricordo del sindaco di Gubbio, Filippo Mario Stirati, e la presenza dell’assessore allo Sport del Comune di Gubbio Gabriele Damiani, con i vicepresidenti di Ance Perugia Bernardetta Radicchi e Fausto Marionni che hanno condiviso il premio consegnato da Sara Brugnoni, figlia dell’indimenticato dirigente.

L’assessore allo Sport del Comune di Terni, Elena Proietti, ha conferito un premio speciale a Gianluca Fabi, direttore di Cusano Italia Tv, per l’operazione di portare nelle case le gare in diretta della Ternana.

Al giornalista e scrittore Furio Zara, volto della storica trasmissione Rai “La Domenica Sportiva”, è stato consegnato il Premio giornalistico “Angelo Marinangeli” con Maria Marinangeli, figlia dello storico giornalista umbro, che ha consegnato qualche aneddoto e ha particolarmente apprezzato la testimonianza di Zara nel ricordare Angelo Marinangeli come insegnante e giornalista.

L’evento, guidato sul palco dal giornalista Nicola Agostini, è stato organizzato da Infopress agenzia giornalistica, diretta da Massimo Boccucci e Roberto Barbacci, in collaborazione con le associazioni “Insieme a Riccardo per i giovani e per Gubbio” e “I Love Norcia”, con il patrocinio di Coni Umbria, Figc-Lega Nazionale Dilettanti, Comitato Regionale Umbro della Lega Nazionale Dilettanti, Regione Umbria, Provincia di Perugia, Comune di Assisi e Comune di Terni, con il sostegno di aziende e attività leader in Umbria.

Il Gran Galà del Calcio Umbro verrà trasmesso dalle emittenti Cusano Italia Tv (canale 264 del digitale terrestre sul territorio nazionale), San Marino Rtv (canale 520 Sky) e le reti umbre Tef e Trg Network.