Home News Festa azzurra anche a Gubbio tra caroselli di auto. Ma c’è chi...

Festa azzurra anche a Gubbio tra caroselli di auto. Ma c’è chi se la gode da solo sul marciapiede di via Perugina

1771
0
Filippo Menichini festeggia con il bandierone tricolore

La festa azzurra si è ripetuta. Dopo i quarti di finale vittoriosi col Belgio, ecco un’altra soddisfazione per l’Italia che ha raggiunto la finalissima di Wembley grazie alla vittoria contro la Spagna in semifinale ai calci di rigore. A Gubbio, come in tutto il Paese, si è festeggiato tra caroselli di auto, clacson, trombe e bandiere.

Vivogubbio non ha scelto stavolta l’immagine di piazza Quaranta Martiri, invasa come già era avvenuto contro il Belgio e come peraltro avviene sempre nei trionfi sportivi che contano. L’immagine della semifinale è quella di Filippo Menichini, un bambino di 8 anni che ha deciso di scendere in strada e sul marciapiede di via Perugina ha esibito un bandierone tricolore guardando le auto che raggiungevano la piazza.