Home Attualità Addio a Pina Pizzichelli, un’eugubina innamorata della sua città

Addio a Pina Pizzichelli, un’eugubina innamorata della sua città

446
0

Il giornalismo eugubino piange la scomparsa di Pina Pizzichelli, 83 anni, colonna portante dell’informazione locale, capace di attraversare tante epoche diverse e di districarsi con disinvoltura sia nella carta stampata, sia in tv e soprattutto in radio, la grande passione degli ultimi anni di attività. Classe 1938, diplomatasi al Magistrale e successivamente laureatasi in Lingue all’Università di Urbino, Pina è stata letteralmente rapita sin da giovane dalla passione per il giornalismo, ma anche da quello della scuola, avendo preferito la carriera da insegnante a quella di dipendente postale. Amava Gubbio e le sue tradizioni, a cominciare dai Ceri, lei che da buona santantoniara ha sempre vissuto con spensieratezza e allegria tutte le fasi dedicate alla festa. È stata per anni corrispondente RAI e ha cercato sempre di promuovere l’immagine migliore della sua città, soprattutto facendo leva sull’entusiasmo dei giovani, ai quali riservava sempre pensieri di grande fiducia e sprone. Ha legato la sua attività a TeleRadioGubbio, condividendo con il quasi coetaneo Giampiero Bedini (che ha compiuto 80 anni nei giorni scorsi) molte pagine di vita cittadina. Pina era una persona buona e generosa, schietta ma sempre sorridente, capace di sdrammatizzare qualsiasi situazione e di non andare mai troppo per il sottile. Un’eugubina a 360 gradi che mancherà alla città, anche per quel suo modo di fare che trovava sempre la soluzione per arrivare al punto, magari con una battuta solo all’apparenza un po’ burbera. Un personaggio genuino che mancherà a una città che da stasera si sentirà un po’ più povera e sola.