Home Attualità Degrado senza tregua e il maltempo lascia segni impietosi più gravi

Degrado senza tregua e il maltempo lascia segni impietosi più gravi

880
0
Il degrado in via Mazzatinti con il marciapiede dissestato

Esternazioni, segnalazioni e denunce in ogni dove, dai social a tutti i canali possibili immaginabili.

Il centro storico presta il fianco all’incuria e l’abbandono con interventi sempre più attesi che senza soldi diventa complicato realizzare visto che larga parte delle risorse economiche comunali sono assorbite da vecchie questioni come la discarica di Colognola, il Puc di San Pietro e la Gubbio Cultura Multiservizi società interamente di proprietà del Comune.
Sui social c’è chi si sfoga tra l’arrabbiatura e l’ironia.

Le immagini di via Mazzatinti, via del Camignano a San Martino e via XX Settembre sotto la furia della pioggia sono emblematiche e fanno risaltare la mancanza della programmazione di una manutenzione ordinaria periodica.

Sotto tiro finiscono anche i giardini di piazza Quaranta Martiri, altra zona ormai lasciata al proprio destino senza alcun intervento di sistemazione sebbene rappresenti il biglietto da visita all’ingresso della città.