Home News Gubbio in campo: decima amichevole, a Roma contro il Catanzaro. Idee mercato...

Gubbio in campo: decima amichevole, a Roma contro il Catanzaro. Idee mercato tra Fabriani e Di Stefano

441
0
Il tecnico Piero Braglia, classe 1955

Sorride Piero Braglia quando gli si fa notare che in fondo per lui il campionato è già cominciato da un pezzo visto il numero considerevole delle amichevoli. Oggi (domenica 28 agosto) sarà la decima e anche l’ultima contro il Catanzaro, a Roma presso l’impianto del park hotel Mancini alle ore 17. Con i calabresi guidati da Vincenzo Vivarini, dichiaratamente ambiziosi nel girone C, sarà la prova generale in vista del debutto con il Montevarchi al “Barbetti” domenica prossima 4 settembre, alle 14.30.

“Stiamo lavorando tanto e bene – ha confessato il mister -, i test sono il modo migliore per prepararsi non facendo soltanto sedute di allenamento”.

In queste ore tiene banco anche il mercato perché ci sono ancora un paio di operazioni da definire. C’è un ritorno di fiamma per il ritorno del terzino destro Cristian Fabriani (20), reduce da tre stagioni da protagonista con il Campobasso e una promozione in Serie C dove l’annata scorsa ha collezionato 29 presenze alla prima avventura nei professionisti. Il ragazzo si è allenato a disposizione di Braglia, poi il ricorso del Campobasso, per l’esclusione dal campionato, aveva congelato la firma: ora si svincolerà dal club molisano e potrebbe legarsi al Gubbio come previsto.

Per l’attacco rimbalza da Genova il nome di Lorenzo Di Stefano, classe 2002, nativo di Catania, di proprietà della Sampdoria. Si tratta di un centravanti molto dinamico al momento in prestito con la Reggina in B senza però trovare spazio.

Il direttore sportivo Davide Mignemi ne sta parlando con la società blucerchiata per prendere questo bomber della Primavera 1 che nello scorso campionato giovanile ha segnato 17 gol con 6 assist in 32 presenze, più una rete nella gara della fase finale e due in due della Coppa Italia di categoria. Il presidente Sauro Notari sta facendo grandi sacrifici, tra 12 arrivi e 16 partenze, per soddisfare le aspettative del tecnico più vincente dell’intera categoria con 6 promozioni in carriera.

Infine, messaggio di Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, intervenuto al raduno con 92 arbitri e 176 assistenti della Can C guidata da Maurizio Ciampi per la seconda stagione: “Voi arbitri siete uomini e donne che fate rispettare le regole e avete ben chiara quale sia stata la partita che abbiamo giocato al Consiglio di Stato. Abbiamo aggiunto alla vostre grandi capacità professionali e umane l’utilizzo del Var nei playoff e ora stiamo riflettendo su costi, formazione e applicabilità. La C è una palestra e anche per questo il cammino è spesso complicato”.