Home Attualità Sbandieratori in festa con il Premio Bandiera 2022. A palazzo Pretorio tante...

Sbandieratori in festa con il Premio Bandiera 2022. A palazzo Pretorio tante emozioni e valori autentici

770
0
Il gruppo Sbandieratori al completo nella sala Trecentesca di palazzo Pretorio

Fanno la storia gli Sbandieratori di Gubbio, veicolo della migliore tradizione passata attraverso 53 anni di attività e 2.141 manifestazioni in tutto il mondo.

Il Premio Bandiera di Gubbio 2022, che ha raggiunto le 33 edizioni, ha riservato emozioni con uno straordinaria partecipazione nella sala Trecentesca di palazzo Pretorio dove ha fatto gli onori di casa il presidente dello storico gruppo, Francesco Bianchi, con il sindaco Filippo Mario Stirati, il vescovo Luciano Paolucci Bedini, il parlamentare Emma Pavanelli, ex sindaci, autorità civili e religiose.

Nella serata, condotta da Giacomo Marinelli Andreoli e Paola Salciarini, i premi in ceramica sono stati realizzati dall’artista eugubina Lucia Angeloni e la cartella con i disegni da Armando Marrocco.

La trentatreesima edizione del premio si è aperta con riconoscimenti interni al gruppo che, anche nel segno della goliardia, scandiscono le tante tappe da protagonisti dei singoli sbandieratori. Con l’Ordine della Bretella per le 100 manifestazioni è stato premiato Alessandro Torcolini, con l’Ordine della Giarrettiera per le 200 manifestazioni sono stati premiati Giuseppe Procacci e Piero Luigi Menichetti, con l’Ordine della Spilletta per le 300 manifestazioni è stato premiato Stefano Baffoni. Sono stati premiati Matteo Fumanti e Giacomo Farneti con l’Ordine del Gran Vessillo per le 400 manifestazioni, Martino Morelli per le 700 manifestazioni, Michele Rossi per le 800 manifestazioni, per le 1.000 manifestazioni premiati Marco Pierotti e Moreno Lauri. Gianluca Gambini e Paolo Castellani sono stati premiati da Custodi delle Sette Tavole per le 1.100 manifestazioni, quindi per le 1.300 manifestazioni è stato premiato Paolo Menichetti e per le 1.400 manifestazioni è stato premiato il presidente Francesco Bianchi.

Il Premio alla memoria di Gabriele Bettelli è stato consegnato al giovane sbandieratore Pietro Sannipoli.

Una particolare accoglienza è stata riservata a Matteo Minelli, tornato nel gruppo dopo l’incidente dei mesi scorsi e una lunga convalescenza alle spalle.

Il Premio Bandiera di Gubbio 2022 è stato consegnato dal sindaco Stirati con il presidente Bianchi all’allevatore e fantino Massimo Columbu con il cavallo Remorex vincitore due volte del Palio di Siena da “scosso”, all’associazione Insieme organizzatrice del Gubbio Doc Fest con il presidente Alberto Nicchi a ritirarlo e al fondatore, anima e presidente onorario del gruppo Sbandieratori professor Giuseppe “Fefè” Sebastiani, dopo i video e le relazioni rispettivamente del giornalista Massimo Boccucci, del professor Bruno Ronchi docente dell’Università della Tuscia e del giornalista Giampiero Bedini.

Particolare emozione ha suscitato il momento dedicato al professor Giuseppe Sebastiani, accompagnato dalla moglie Maria Luisa, il figlio Francesco con la moglie e la figlia, il fratello Fernando con la figlia Paola.