Home Attualità Liceo “Mazzatinti”, inaugurato il laboratorio di medicina sportiva. È il primo in...

Liceo “Mazzatinti”, inaugurato il laboratorio di medicina sportiva. È il primo in Umbria

687
0
L'inaugurazione del laboratorio di medicina sportiva al Polo Liceale "Giuseppe Mazzatinti" di Gubbio con Lamberto Boranga e gli studenti del 1ALSS

Il Polo Liceale “Giuseppe Mazzatinti” di Gubbio ha inaugurato questa mattina il laboratorio di medicina sportiva realizzato con fondi ministeriali in un progetto nazionale per i Licei Sportivi. Si tratta del primo laboratorio del genere in Umbria, attivato grazie all’impegno degli insegnanti Maria Cristina Salciarini, coordinatore dell’indirizzo Scientifico Sportivo, Lucia Mancini e Maurizio Migliarini che hanno coinvolto per la collaborazione il poliambulatorio privato Euromedica di Gubbio e Me.Sys Srl sistemi e tecnologie medicali di Gualdo Tadino, che peraltro hanno offerto agli studenti le tute personalizzate dell’indirizzo. Proprio grazie alla collaborazione con Euromedica vengono coinvolti professionisti sanitari per insegnare agli studenti l’uso delle strumentazioni del laboratorio.

Il taglio del nastro ha visto, con il dirigente scolastico Maria Marinangeli, la presenza di Lamberto Boranga, vera icona sportiva nazionale per essere riuscito nella sua straordinaria carriera a fare il calciatore ai massimi livelli arrivando in Serie A accanto al percorso di studi che l’ha visto conseguire due lauree, in medicina e biologia, e tre specializzazioni, cardiologia, virologia e medicina sportiva, esercitando l’attività professionale.

Boranga si è intrattenuto con gli studenti della classe 1ALSS riservando loro una vera lezione di primo soccorso con le dotazioni del nuovo laboratorio, riscuotendo attenzione con una forte partecipazione.

«Siamo particolarmente orgogliosi – ha detto Maria Marinangeli – per questa ulteriore realizzazione che potenzia l’offerta del polo liceale Mazzatinti. Possiamo considerare questo laboratorio un’eccellenza del territorio e dell’intera regione, che costituisce una parte importante della didattica laboratoriale, anche in virtù della nuova curvatura di potenziamento biomedico attivo da questo anno scolastico. . Siamo grati al dottor Boranga per la presenza, ai rappresentanti delle istituzioni, forze dell’ordine e dell’associazionismo che condividono questo momento inaugurale. Il laboratorio si deve alla tenacia nell’individuare e aderire al bando ministeriale da parte di Maria Cristina Salciarini, che si occupa di tutti i bandi e progetti dell’istituto, con il supporto dei docenti di scienze motorie Lucia Mancini e Maurizio Migliarini. Era un nostro obiettivo, che ora completeremo con l’ecografo in arrivo».

La professoressa Maria Cristina Salciarini ha sottolineato come «l’adesione al progetto ministeriale è stato reso possibile attraverso la piattaforma Monitor 440. Abbiamo trovato questa proposta interessante nell’unire il mondo del lavoro allo sport, sviluppando competenze trasversali a livello di legislazione sanitaria sportiva, medicina sportiva e scienze motorie fino alla fisioterapia. Ora siamo impegnati ad acquisire biciclette e cyclette per implementare le dotazioni destinate alle varie attività».

C’è stata anche la visita, con parole di elogio per il livello dei percorsi didattici e delle dotazioni, da parte dell’assessore allo Sport, Gabriele Damiani, che ha evidenziato «lo sviluppo delle attività progettuali e laboratoriali del Mazzatinti sempre più radicata e qualitativa negli indirizzi».