Home News Riparte lo scontro nel Pd, la segreteria “bacchetta” il neo comitato per...

Riparte lo scontro nel Pd, la segreteria “bacchetta” il neo comitato per Bonaccini

684
0
La segreteria del Pd di Gubbio guidata da Massimiliano Grilli

La segreteria del Partito Democratico di Gubbio, guidata da Massimiliano Grilli, prende posizione dopo l’annuncio della costituzione di un comitato locale che sostiene la candidatura di Stefano Bonaccini a segretario nazionale del partito.

La segreteria fa sapere che, in vista dell’ufficializzazione delle candidature alla segreteria del Pd nazionale prevista entro la fine di gennaio 2023, «attiverà un processo di partecipazione che coinvolgerà tutti gli iscritti. Una volta definite le candidature saranno successivamente presentate le diverse mozioni congressuali nella sede del Partito Democratico, nel pieno rispetto delle norme statutarie, dando così pari opportunità a tutti. In questa delicato momento riteniamo opportuno sottolineare i valori fondanti del nostro partito, quali il senso di comunità a volte smarrito, il rispetto della pluralità, il ruolo centrale dell’ascolto di ogni voce, affinché ognuno possa esprimere la propria visione e possa incidere nel nuovo corso che sta affrontando il Partito Democratico. Alla luce di quanto detto, appare fuori luogo lo schierarsi ora a sostegno di un candidato piuttosto che un altro, anche perché allo stato attuale non risulta ancora chiusa la campagna delle candidature. Ricordiamo inoltre che da due anni si è intrapreso un percorso basato sull’ ascolto dei reali bisogni dei cittadini ed inoltre attraverso iniziative che hanno visto la presenza di esponenti nazionali si è cercato di affrontare problematiche cogenti della comunità eugubina. Il Pd è impegnato a portare avanti una progettualità finalizzata a dare concretezza ad una visione politica che ha come primo e fondamentale pensiero il bene della collettività, non dimenticando il passato ma cercando di rinnovarsi con passione ed entusiasmo, fuori dalle logiche corporative e correntizie che hanno tristemente contrassegnato il partito negli ultimi anni».