Home Attualità L’aula magna del Liceo Classico “Mazzatinti” porta il nome del professor Luciano...

L’aula magna del Liceo Classico “Mazzatinti” porta il nome del professor Luciano Fabio Stirati dopo una cerimonia dalle forti emozioni

1100
0
L'intitolazione dell'aula magna della sede centrale del Polo Liceale "Giuseppe Mazzatinti" (foto Gianfranco Gavirati)

L’emozione ha preso il sopravvento questa mattina (giovedì 15 dicembre) alla cerimonia di intitolazione dell’aula magna della sede centrale di piazzale Leopardi del polo liceale “Giuseppe Mazzatinti” al professor Luciano Fabio Stirati, già senatore della Repubblica, venuto a mancare il 25 luglio 2020 e che proprio oggi avrebbe compiuto cent’anni.

Hanno espresso pensieri e ricordi il vicesindaco Alessia Tasso, il consigliere provinciale Francesco Zaccagni che ha ricordato soprattutto i ricordi da studente liceale e il legame con Filippo Mario Stirati, figlio del senatore, sindaco e suo insegnante. Il dirigente Maria Marinangeli ha guidato la cerimonia che ha avuto il momento più toccante, davanti al prefetto Armando Gradone, il corpo docente e gli studenti dell’indirizzo Classico, quando l’ex alunna e oggi insegnante Nicoletta Maurizi ha rivelato alcuni aneddoti anche simpatici sottolineandone lo spessore e Fabio Stirati, nipote del senatore, ha ricordato il nonno e ha fatto riferimento all’impronta familiare al “Mazzatinti”.

Il vicario generale della Diocesi, don Mirko Orsini, ha impartito la benedizione ed è stata scoperta la targa posta all’ingresso dell’aula magna. La richiesta unanime dei docenti dell’indirizzo Classico, subito dopo la scomparsa del senatore titolare della cattedra di latino e greco dagli anni cinquanta fino al 1987, è stata accolta dagli organi collegiali della scuola, consentendo al dirigente Marinangeli di espletare tutte le formalità previste dalla normativa vigente, che ha avuto il via libera dagli organismi preposti.

Generazioni di studenti liceali eugubini e non hanno identificato l’insegnamento della letteratura greca e latina con il magistero del professor Luciano Fabio Stirati, la cui eredità è stata raccolta dal figlio Filippo Mario e ora dal nipote Fabio. La didattica del senatore si è sempre distinta per lo spessore e la profondità unanimemente riconosciuta.