Home Attualità Il magistrato antimafia Alfonso Sabella incontra gli studenti del Liceo “Mazzatinti”. Collegamento...

Il magistrato antimafia Alfonso Sabella incontra gli studenti del Liceo “Mazzatinti”. Collegamento con il popolare attore Francesco Montanari

207
0
Il magistrato Alfonso Sabella

La lotta alla mafia, con le operazioni più importanti fino all’ultimo arresto del latitante Matteo Messina Denaro, sarà al centro dell’incontro tra il magistrato Alfonso Sabella e gli studenti delle classi quinte del Polo Liceale “Giuseppe Mazzatinti” di Gubbio che si terrà venerdì 27 gennaio alle ore 10:30 al Centro Servizi Santo Spirito.

L’incontro ha per titolo “Lotta alla mafia: cultura e azione per la legalità”. Porteranno il saluto il sindaco Filippo Mario Stirati e il dirigente scolastico Maria Marinangeli. Previsto anche un intervento del popolare attore Francesco Montanari. Moderatore il giornalista Massimo Boccucci, docente esperto esterno del progetto di giornalismo.

Alfonso Sabella, nato nel 1962 a Bivona nell’agrigentino, è un magistrato di punta, già sostituto procuratore del pool antimafia di Palermo con Gian Carlo Caselli e assessore alla legalità e trasparenza al Comune di Roma con delega sul litorale di Ostia. Entrato in magistratura nel 1989, ha conosciuto l’allora procuratore aggiunto di Palermo Giovanni Falcone decidendo di impegnarsi sul fronte antimafia. Negli anni del suo impegno alla Procura di Palermo si ricordano gli arresti di mafiosi di spicco, tra i quali i latitanti Leoluca Bagarella, Giovanni ed Enzo Brusca, Pietro Aglieri, Nino Mangano, Vito Vitale, Mico Farinella, Cosimo Lo Nigro, Carlo Greco e Pasquale Cuntrera. E’ stato anche distaccato al Ministero della Giustizia come magistrato di collegamento con la Commissione parlamentare antimafia e successivamente chiamato da Caselli al Dipartimento di amministrazione penitenziaria del Ministero della Giustizia come capo del servizio ispettivo. Durante il G8 di Genova del 2001 è stato delegato del Ministero della Giustizia, quindi consulente della Commissione parlamentare d’inchiesta sull’affare Mitrokhin e vice capo del Dipartimento dell’organizzazione giudiziaria, personale e servizi dello stesso Ministero, fino agli incarichi alla Procura di Firenze, al Tribunale di Napoli e ora giudice al Tribunale di Roma. Ha pubblicato il libro “Cacciatore di mafiosi” in cui descrive i retroscena delle indagini, pedinamenti e arresti di alcuni latitanti che ha condotto in prima persona, da cui è stata tratta la fiction di successo “Il Cacciatore” trasmessa in più serie su Rai Due e Amazon Prime, con l’attore Francesco Montanari nei panni dello stesso Sabella.