Home Attualità Contessa, la Lega promette aiuti alle attività della zona. Restano le polemiche:...

Contessa, la Lega promette aiuti alle attività della zona. Restano le polemiche: perché non si rendono pubbliche le carte sul viadotto?

821
0
Le code di auto lungo la strada della Contessa a ridosso della galleria interessata dai lavori

Anas, Regione e Comune devono pubbliche le carte sulla strada della Contessa. Si fa insistente il pressing per sapere come stanno esattamente le cose sul viadotto che nel gennaio 2019 venne dichiarato sicuro, con le perizie e la gara d’appalto con il capitolato per verificare se ci possa un modo migliore e meno impattate della chiusura per lunghi mesi che porterebbe disagi e grossi danni economici.

Le accuse rilanciate anche in queste ore sono verso il governo di centrodestra della Regione e la Giunta Stirati di sinistra che guida il Comune di Gubbio ritenute entrambe schiacciate su Anas senza favorire un confronto che metta l’opinione pubblica nella piena conoscenza e consapevolezza della situazione.

Intanto, una delegazione di commercianti, imprenditori, proprietari di strutture ricettive e attività di ristorazione che operano nel tratto ha incontrato il capogruppo regionale della Lega, Stefano Pastorelli. “La Regione Umbria si attivi per garantire strategie a sostegno alle attività economiche presenti lungo la strada Contessa a Gubbio”: lo chiede Pastorelli dopo aver promesso impegno e sostegno.

“Ho già avviato in tal senso delle interlocuzioni con l’assessore regionale Michele Fioroni – ha aggiunto -. Sulla vicenda c’è l’impegno della Lega -, non lasceremo sole queste persone. Come annunciato dall’assessore Melasecche, a breve prenderà il via il cantiere per la riqualificazione della strada regionale 452 Contessa a Gubbio con un doppio intervento su viadotto e galleria. Si tratta di opere di fondamentale rilevanza attese da molti anni per la messa in sicurezza di un tratto strategico per il territorio eugubino e per i collegamenti fra Umbria e Marche. Il cantiere dovrebbe essere completato entro la fine del 2023, come da accordi tra Regione Umbria e Anas rispetto alle modalità organizzative dei lavori volte a contenere i disagi per cittadini e imprese. Siamo tuttavia preoccupati per la tenuta economica di quelle attività che per qualche mese dovranno abbassare la saracinesca in concomitanza con l’avvio dei lavori, purtroppo già danneggiate dalla crisi scaturita dalla pandemia, dall’aumento dei costi dell’energia e delle materie prime e dall’alluvione dello scorso settembre. In questi giorni ho recepito le istanze dei commercianti e dei proprietari delle strutture ricettive e delle attività di ristorazione presenti lungo la strada della Contessa e avviato una serie di interlocuzioni con l’assessore Fioroni, al fine di valutare la possibilità di prevedere strategie di sostegno per alleviare il peso dell’impatto economico. A quanto pare l’amministrazione comunale eugubina non li ha nemmeno ascoltati. Garantiamo l’impegno della Lega – conclude Pastorelli – sulla vicenda per non lasciare sole queste persone”.