Home News Gubbio, contro il Cesena serve la reazione dopo il lungo ritiro a...

Gubbio, contro il Cesena serve la reazione dopo il lungo ritiro a Cascia

364
0
Piero Braglia

Il Gubbio ha passato una settimana in ritiro a Cascia per provare a scuotersi dopo 2 punti in 4 gare e l’ultima vittoria al Barbetti che risale al 17 dicembre contro il Pontedera, mentre il Cesena che viene da 2 pareggi dopo una sconfitta perdendo terreno sulla capolista Reggiana ora avanti di 9 punti fino a scivolare al terzo posto dietro la Virtus Entella (+6) impegnata a Reggio Emilia.

Ci sono fortissime motivazioni oggi (sabato 11 marzo, ore 14.30) su ambo i fronti perché la situazione è delicata visto il trend, al di là delle ambizioni e della lampante considerazione che la squadra romagnola costa molto di più. Il sindaco Filippo Mario Stirati ha fugato i dubbi ieri pomeriggio su qualsiasi rischio di rinvio dopo le tre scosse di terremoto di giovedì: «Per me si gioca regolarmente». Si apre la striscia con l’ultimo turno infrasettimanale che vedrà martedì alle 21 il Gubbio a Recanati e il Cesena contro l’Entella.

Braglia da lunedì a ieri per la rifinitura ha lavorato in Valnerina e non anticipa le mosse, lasciando aperte le porte a ogni soluzione tattica, anche la difesa a tre per mettersi a specchio al di là di aver proposto nell’ultimo periodo il 4-3-1-2. Vengono valutate le condizioni fisiche di Corsinelli, Signorini e Meneghetti ma sono minime le probabilità di averli a disposizione. Sicuramente la squadra ha potuto lavorare in santa pace lontano dall’ambiente di sempre e adesso il presidente Sauro Notari, che deluso dai risultati del girone di ritorno ha voluto il ritiro a Cascia, si aspetta una forte reazione per invertire la tendenza e riprendere quel filo che soltanto l’ultima vittoria a Rimini il 4 febbraio scorso ha in qualche modo fatto riprendere una certa strada positiva.

I romagnoli in trasferta mantengono un ritmo da primato con 5 vittorie (delle 9 su 17 totali), 2 pareggi e 7 gol presi, ricordando l’ultima sconfitta il 29 novembre a Lucca. Toscano, che ha il 3-4-1-2 come modulo preferito, potrebbe proporre Bumbu titolare in mediana e Cristian Shpendi in attacco al fianco di Corazza con il gemello Stiven trequartista, con il ballottaggio tra i portieri Lewis e Tozzo dopo l’errore contro il Montevarchi del figlio del presidente Robert Lewis. All’andata i rossoblù vennero sconfitti al Dino Manuzzi dai cesenati per 3-0 con le reti segnate da Corazza, Saber e Ferrante con uno strapotere evidenziato soprattutto nei primi minuti. Arbitra Alberto Ruben Arena di Torre del Greco, alla sua quarta stagione in Lega Pro con 47 presenze di cui 13 in questa stagione.