Home Cultura Omaggio a Francesco di Giorgio Martini, al palazzo Ducale la riproduzione del...

Omaggio a Francesco di Giorgio Martini, al palazzo Ducale la riproduzione del taccuino più piccolo del mondo

702
0
Palazzo Ducale a Gubbio

Una fedelissima riproduzione di un celebre “Codicetto” quattrocentesco a testimonianza dell’ingegno di un artista eccezionale e della presenza, all’epoca, dei Montefeltro nella città dei Ceri. E’ l’accattivante proposta di Scrinium, organizzazione culturale che si occupa della divulgazione di alcuni tesori della scrittura di speciale rilevanza storica oggi sottratti per esigenze di conservazione alla consultazione e protetti in luoghi ad accesso riservato, prevista per sabato 15 aprile a Gubbio presso il salone Federiciano di palazzo Ducale a partire dalle ore 17.

L’evento, a invito, è incentrato sulla presentazione dello studio e del progetto di ricostruzione in facsimile del manoscritto urbinate latino 1757, il “libro degli schizzi di Francesco di Giorgio Martini”, proveniente dalla Biblioteca Urbinate e oggi custodito nella biblioteca Apostolica Vaticana. Un sorprendente taccuino, ritenuto il più piccolo del mondo e comprendente una ricchissima raccolta di disegni e di note a mano impressi tra il 1478 ed il 1489, appartenuto al celebre pittore, scultore, architetto e trattatista la cui vicenda personale e professionale fu strettamente legata al Ducato di Urbino e in modo speciale alla figura di Federico da Montefeltro del quale sono in corso le celebrazioni del sesto centenario della nascita.
Le istituzioni eugubine hanno accolto di buon grado l’opportunità di dar vita ad un evento irripetibile, con tutti i crismi di un’esclusiva “soirée culturelle” incentrata su quest’opera che si articola in 400 pagine in formato 5,9×8 cm con oltre 1.200 disegni e schizzi, interamente rivestito in pelle di vitella con 2 chiusure in ottone e che prevede una tiratura limitata a 2.980 esemplari (tutti già assegnati) numerati e certificati dalla stessa biblioteca Apostolica Vaticana.

A parlarne in quel palazzo Ducale che proprio Francesco di Giorgio Martini progettò, per poi seguirne la costruzione nei decenni di presenza dei Montefeltro in città, saranno la direttrice della struttura Paola Mercurelli Salari, il vescovo Luciano Paolucci Bedini, il sindaco Filippo Mario Stirati e l’assessore alla Cultura Giovanna Uccellani per l’Amministrazione Comunale, il professore dell’Università degli Studi di Perugia Paolo Belardi, il Presidente di Scrinium Ferdinando Santoro, sollecitati dal giornalista Marco Pareti che modererà l’incontro. A impreziosire l’appuntamento eugubino sarà la presenza dell’Ambasciatore della Repubblica Socialista del Vietnam invitato a suggellare un proficuo gemellaggio culturale che inizia proprio a Gubbio nell’ambito di un evento che gode tra l’altro del patrocinio dell’intero Gruppo Consolare per l’America Latina e Caraibi e ben racconta dei percorsi di eccellenza e delle tradizioni plurisecolari di realtà assolutamente uniche, testimoniate anche dalla presenza della storica cartiera Amatruda di Amalfi.
Per Scrinium si tratta di un’occasione irrinunciabile per dare visibilità al suo ampio progetto culturale di valorizzazione di fonti documentarie di importanza universalmente riconosciuta.