Home Festa dei Ceri Capitani e Capodieci della festa 2023 in pellegrinaggio a San Girolamo

Capitani e Capodieci della festa 2023 in pellegrinaggio a San Girolamo

676
0
Capodeci (con capocetta), Capitani e protagonisti della Festa dei Ceri 2023

Una nutrita delegazione di fedeli eugubini ha accompagnato Capitani e Capodieci dell’imminente Festa dei Ceri 2023 nella consueta tappa del Pellegrinaggio Mariano a San Girolamo del sabato mattina, che come da consuetudine a ridosso della festa ha visto esteso l’invito anche ai protagonisti del prossimo 15 maggio. Una mattina all’insegna della spirituale e della devozione, con la presenza del vescovo Luciano Paolucci Bedini che è servita anche per aprire idealmente il programma religioso che porterà alla festa del Patrono Ubaldo (da domani sera alle 21 in Cattedrale cominciano i riti della Novena). Intorno alle 7,20 davanti alla chiesa di San Marziale si sono radunati Capitani e Capodieci della prossima festa, da Luca Cecchetti (Primo Capitano) a Roberto Pierotti (Secondo Capitano), passando per Corrado FumantiEuro Bellucci Riccardo Martiri, tutti accompagnati anche dai rispettivi capocetta (Maurizio Fumanti, Mauro Mischianti e Marco Tosti), il trombettiere Marco Tasso, l’alfiere Francesco Rossi oltre che dai rappresentanti delle famiglie ceraiole e dal presidente dell’Università dei Muratori, Giuseppe Allegrucci. I fedeli sono saliti fino al monastero di San Girolamo recitando il rosario in quello che a tutti gli effetti resta uno degli appuntamenti più “intimi” nella lunga marcia di avvicinamento alla festa del 15 Maggio.

Un momento del pellegrinaggio mattutino

Durante la celebrazione eucaristica, officiata da mons. Paolucci Bedini, le Suore Clarisse hanno potuto rivolgere idealmente il loro saluto ai protagonisti della prossima festa. Il Vescovo stesso ha avuto parole di sostegno per tutti i loro: “Una comunità intera questa mattina ha deciso di salire su un altro monte, posto accanto a quello di Ubaldo, e in qualche modo ha voluto mettersi in cammino verso il gran giorno nel quale ricorderà ancora una volta il proprio Patrono. È una metafora di vita, ma vuol essere anche un atto di devozione per sentirsi ancora più parte di qualcosa di più grande. La Vergine Maria come sempre accompagnerà Capitani, Capodieci e ceraioli affinché possano vivere una festa all’insegna dei valori cristiani e spirituali, gli stessi tramandati nei secoli dall’opera di Ubaldo”. Al termine della celebrazione, come consuetudine Capitani e Capodieci hanno posato assieme al vescovo Luciano davanti alla statua della Madonna presente all’interno della cappella del monastero. I pellegrinaggi mariani proseguiranno sabato 13 (giorno in cui si festeggia la Madonna di Fatima), 20 e 27 maggio (ritrovo ore 7,30 a San Marziale, salita con recita del rosario e messa alle ore 8), per poi concludersi mercoledì 31 maggio con la tappa serale (ritrovo ore 20,30 a San Marziale) in segno di ringraziamento per la conclusione del mese mariano.

I fedeli durante la celebrazione eucaristica