Home Festa dei Ceri Vita da ceraioli, settant’anni sotto il Cero per Stefano Battistelli e Tonino...

Vita da ceraioli, settant’anni sotto il Cero per Stefano Battistelli e Tonino Scavizzi

1376
0

Due foto, una storia ceraiola a tinte azzurre fortissime. È la storia di due amici da sempre, che il Cero ha unito ancora di più Stefano Battistelli e Tonino Scavizzi, entrambi sangiorgiari doc.

Due foto unite dal filo della storia personale: settant’anni sotto il Cero, oggi come ieri.

Imprenditore l’uno, artigiano l’altro. Battistelli il “Boccio” è stato Capodieci del Cero di San Giorgio nel 1989, insieme a Ubaldo Orlandi di Sant’Ubaldo e Giovanni Belardi (Budelone de Bartoletto) di Sant’Antobio, con Ubaldo Alunno (Pepolo) Primo Capitano e Giovanni Pierotti (Buricchio) Secondo Capitano.

Antonio “Tonino” Scavizzi è un maestro artigiano del ferro. Negli anni ’60 ha cominciato a lavorare, insieme ad altri giovani, come apprendista nella bottega di produzioni artigianali in ferro battuto di Maestro Guido Lunani. Nel 1989 ha fondato la Artigianato Ferro Artistico con altri due soci, con i quali ha condiviso grande passione e abilità realizzativa.