Home Cronaca Processo Goracci, prescrizione sospesa. Testimonianza di Rughi. Se ne riparla a settembre

Processo Goracci, prescrizione sospesa. Testimonianza di Rughi. Se ne riparla a settembre

1008
0
L'imputato Orfeo Goracci

La prescrizione può attendere sulla posizione dell’ex sindaco Orfeo Goracci al processo Trust in corso al tribunale di Perugia. Come riporta il Messaggero nell’edizione umbra di oggi mercoledì 24 maggil, i termini sono infatti maturati per tutti, ma l’imputato principale non ne ha fatto alcun riferimento ieri pomeriggio in aula, né il presidente Mariella Roberti ha ritenuto di sollevare la questione andando avanti con l’audizione dei testimoni dell’accusa portata avanti dal pm Mario Formisano.

Così l’udienza di ieri pomeriggio (martedì 23 maggio) si è incentrata sull’ex dipendente comunale Lorenzo Rughi, che ha ricostruito la propria vicenda personale di essere stato soggetto sostanzialmente vessato e svantaggiato rispetto ad altri nel suo percorso professionale, anche con riferimento alla possibilità di assumere ruoli di responsabilità per la posizione in graduatoria che l’ex sindaco avrebbe contrastato. Goracci nel rilasciare dichiarazioni spontanee ha riaffermato la legittimità di ogni scelta e sulla propria condotta contestando la ricostruzione di Rughi.

Il processo di primo grado è stato aggiornato al prossimo 18 settembre, alle ore 14.30, e si vedrà in quella sede se verrà posta o meno la questione della prescrizione. Ci sarebbero anche problematiche legate alla produzione delle copie dei documenti nel caso dell’eventuale stralcio degli imputati prescritti qualora a deciderlo sia il tribunale.

Nel caso di Goracci, per alcuni capi d’imputazione il suo legale Franco Libori il 25 ottobre aveva annunciato la non rinuncia alla prescrizione da parte del suo assistito, che però non l’ha ufficializzato con la propria dichiarazione in aula, così come l’ex dipendente Umberto Baccarini (potrebbe farlo prossimamente o attendere direttamente la sentenza).

Hanno invece rinunciato ufficialmente alla prescrizione gli altri imputati, Maria Cristina Ercoli (all’epoca vicesindaco e poi sindaco dal 2010 per circa un anno), gli ex assessori comunali Lucio Panfili e Graziano Cappannelli, Nadia Ercoli (tenente della polizia locale), Lucia Cecili (funzionaria del Comune) e l’ex segretario comunale Paolo Cristiano.