Home Attualità Alessio corre nel Cielo, il vescovo Paolucci Bedini consola familiari e amici...

Alessio corre nel Cielo, il vescovo Paolucci Bedini consola familiari e amici nell’ultimo saluto

1554
0

Alessio correrà nel Cielo: il vescovo Luciano Paolucci Bedini ha scelto questa espressione per salutare Alessio Gigli, il venticinquenne morto sabato notte sulla Pian d’Assino. La chiesa Madre del Salvatore a Madonna del Ponte ha visto tantissima gente per i funerali.

“Il nostro cuore – ha detto il vescovo – non è portato per sopportare un dolore così grande. Urla, si spacca, anche di rabbia. Questa vita è un dono che abbiamo ricevuto, è qualcosa di immenso, di enorme che si nutre e si riempie solo dell’amore che ci scambiamo, che ci dimostriamo e che troppe volte dimentichiamo anche di dirci. Se il nostro cuore non è capace di sopportare un dolore così grande, c’è però un cuore che è capace di accogliere tutto questo dolore e alleviarlo in qualche modo. è il cuore di Cristo sulla croce. Il suo cuore è spaccato ma contiene tutto il male del mondo, tutte le disgrazie, le malattie, gli incidenti. Oggi c’è spazio per il dolore di un babbo, di una mamma, di una  sorella, di nonni e amici. Questo in parte ci consola. Questa chiesa non sarebbe piena se Alessio non avesse vissuto con quel sorriso li. Quel sorriso lì è capace di raccoglierne tanti. E questo dolore se proviamo a condividerlo, ricordandoci di quel sorriso, diventa un po’ più sopportabile”.

Gli amici hanno ricordato Alessio come un giovane riservato e altruista dal cuore d’oro, che trasmetteva sempre la propria energia positiva agli altri. All’uscita dalla chiesa è stato salutato dal rombo della sua motocicletta ed è stato accompagnato al cimitero da un lungo corteo di amici in sella alle proprie moto.