Home Attualità Contessa verso la riapertura: scatta la corsa dei politici a metterci il...

Contessa verso la riapertura: scatta la corsa dei politici a metterci il cappello e il nastro tricolore

417
0

Ha cominciato la Regione Umbria con l’assessore alle Infrastrutture e Trasporti, Enrico Melasecche, che ha fatto postare un’immagine e qualche slogan per annunciare la riapertura della strada statale numero 452 della Contessa.

È così partita la corsa dei politici a metterci il cappello e il nastro tricolore per la cerimonia inaugurale dopo che la strada è stata regolata dal senso unico alternato tra infiniti disagi da marzo 2022 fino al 17 aprile scorso quando è stata chiusa per i lavori di rifacimento del viadotto e la sistemazione della galleria che sono durati 8 mesi soltanto grazie all’impegno dell’azienda che fa capo all’imprenditore eugubino Riccardo Bei.

Regione, Comune e Anas hanno gestito in modo vergognoso la viabilità alternativa e si sono disinteressati delle gravi conseguenze anche economiche. Regione e Comune avrebbero dovuto pensare solamente a ridurre al massimo i disagi con un piano efficace per la viabilità alternativa che non c’è mai stato, salvo l’intervento del Comune continuare a far passare i mezzi pesanti per borgo Santa Lucia per accontentare singole categorie e aziende, e garantire risarcimenti economici e sgravi fiscali alle attività economiche della zona gravemente penalizzate.

Ora l’assessore Melasecche fa sapere che “lo avevamo detto, lo abbiamo fatto. Cronoprogramma rispettato, Grazie e complimenti a tutti coloro che hanno contribuito, con impegno e determinazione, a che l’opera complessa avesse compimento nel rispetto dei tempi previsti. Per molti decenni continuerà a servire i territori dell’Umbria e delle Marche con un collegamento vitale per l’economia e lo sviluppo dei territori”.