Home Attualità Pian d’Assino, i LeD hanno bloccato gli autovelox per tornaconto elettorale: temono...

Pian d’Assino, i LeD hanno bloccato gli autovelox per tornaconto elettorale: temono gli effetti delle multe

535
0
Un tratto della strada statale Pian d'Assino

Non c’è traccia ormai da lungo tempo degli autovelox promessi e annunciati lungo la variante della strada statale numero 219 Pian d’Assino. La Prefettura di Perugia ha fatto tutti i passaggi e anche Anas non ha frapposto ostacoli, così la situazione è diventata un rebus che adesso da alcuni settori della maggioranza di Stirati cominciano a spiegare.

Il sindaco Filippo Mario Stirati ci aveva messo la faccia di fronte ai continui incidenti anche mortali, preannunciando l’attivazione delle tre postazioni previste. Ma, dalla coalizione, fanno sapere che sarebbero stati i LeD (Liberi e Democratici) a frenare l’operazione nel timore di possibili contraccolpi elettorali per le multe.

Per questo i capo del movimento hanno convinto Stirati e gli assessori a bloccare tutto lasciando al successore l’onere di procedere.

Gli ultimi incidenti, compresa la morte del settantaduenne che non ce l’ha fatta dopo aver violentemente sbattuto contro il guard rail, hanno riaperto il dibattito con le relative pressioni e Stirati si ritrova a dover prendere decisioni operative non più rinviabili al di là del calcoli politici ed elettorali.