Home News Verso il voto: dai LeD un secco no a Leonardo Nafissi candidato...

Verso il voto: dai LeD un secco no a Leonardo Nafissi candidato a sindaco

648
0
Leonardo Nafissi

Sono usciti allo scoperto i LeD (Liberi e Democratici) che in una riunione hanno esaminato la candidatura di Leonardo Nafissi, ufficializzata dall’associazione Città Futura con la disponibilità dello stesso Nafissi che si è messo a disposizione del tavolo del campo largo di centrosinistra. I LeD hanno fortemente respinto questa ipotesi.

I LeD puntano sul vicesindaco Alessia Tasso che ha un accordo con il sindaco uscente Filippo Mario Stirati per il passaggio di consegne a palazzo Pretorio e al contempo per sostenere la candidatura del professore alle prossime elezioni regionali che saranno dopo le comunali di giugno.

Stirati in un incontro a Perugia con Tommaso Bori, ha chiesto al segretario regionale del Pd l’alleanza con il partito utilizzando il simbolo e al contempo il commissariamento del circolo di Gubbio guidato dal segretario Massimiliano Grilli. Bori avrebbe dato il via libero al simbolo ma non al commissariamento, che del resto dovrebbe trovare una motivazione forte al momento inesistente.

I LeD intendono correre con al fianco il Pd, che trascinerebbe dietro secondo i piani regionali e nazionali anche il Movimento 5 Stelle, oltre al Psi, che punterà tutto sul tandem Gabriele Damiani (rientrato nei ranghi dopo le dimissioni e il disimpegno che ha ritirato) e Francesco Zaccagni, e all’associazione Gubbio Città Europea di Diego Pierotti e Gianni Fiorucci.

Nel Pd però ci sono manovre che vorrebbero fuoriuscite eccellenti, come i consiglieri comunali Giovanni Manca e Giorgia Vergari che avrebbero intenzione di passare con Gubbio Civica passando quindi dal centrosinistra al centrodestra.