Rimani aggiornato su tutti gli eventi di Gubbio!

Centro storico, ancora eccessi e rifiuti: nuove foto e denunce imbarazzanti

Resta alta la tensione nel centro storico con nuove denunce e dossier fotografici che testimoniano il degrado. Il gruppo “Vivere nel centro storico di Gubbio” sulla pagina di Facebook ha riportato nuove immagini allarmanti con un articolato commento per sottolineare altri comportamenti pesantemente negativi.

Oggi, domenica 26 settembre, ecco come si risveglia il centro storico. Soldi pubblici gettati al vento, senso civico rimasto a casa: così i residenti hanno esternato.

“La chiusura alle due di notte per i prossimi venerdì e sabato per rispettare il diritto al riposo notturno di tutti – scrive il gruppo sui social – è un grande segnale di attenzione nei confronti di chi vive nei pressi di attività notturne. Grazie. Si evince, dunque, che tale iniziativa da parte dell’autorità comunale è legittima e applicabile, nonostante sia sempre stato affermato il contrario, tanto che per tutta l’estate la vita di gran parte dei tremila residenti è stata resa un inferno. Ben venga, quindi, questa inversione di rotta. Speriamo che ce se ne ricordi nel prossimo futuro. E speriamo che visto che l’ordinanza di Stirati scade proprio in occasione della notte di Halloween, ci siano controlli sino all’alba nei pressi dei locali e dei club giovanili, nei vicoli e le piazze, anche chiedendo sostegno ad altri organi di sicurezza attivi in città, come suggerito da molti concittadini in vari post dei giorni scorsi. Sarebbe saggio anche valutare l’allungamento dell’ordinanza per un solo giorno, comprendendo dunque la notte di domenica 31 ottobre. Meglio prevenire, giusto? Altro suggerimento: i tavoli e le sedie dei locali e dei ristoranti vanno riposti e tolti dalle strade perché gli avventori della notte sono soliti bivaccare chiassosamente avendo comode sedute. Come ha sempre ricordato il sindaco il fenomeno però è complesso e chiama in causa le coscienze e l’educazione dei singoli come delle famiglie”.

Vengono passate in rassegna alcune situazioni imbarazzanti in determinati angoli del centro.

“In zona corso Garibaldi, nei pressi di un’attività notturna dove ieri mattina si è pulito, stanotte si è tornati tranquillamente a urinare, sotto le finestre di cittadini. Stessa zona, i residui delle buste dell’immondizia sono tornati a colare sulle pietre. Via Bartocci è rimasta fuori dalla sanificazione con ancora urina e vomitate. Immaginate la puzza sotto le finestre dei cittadini? Forse sarebbe il caso di chiedere alle attività che somministrano bevande sino all’alba e all’amministrazione comunale di provvedere a security che controllino il decoro nelle zone di pertinenza. Inoltre, ma si può pensare che questi cumuli di immondizia resteranno in bella vista per tutta la giornata di domenica, sino alla raccolta del lunedì mattina? Sarebbe proprio ora che i babbi, le mamme, i fratelli come le mogli e i mariti, anche di chi ha 40 e 50 anni, controllino lo stato in cui il familiare rientra a casa”.